Il 2023 di Ibra: ritorno in campo e poi tre opzioni per il futuro

0 cuori rossoneri

Ibra è pronto a tornare al lavoro dopo l’intervento subito lo scorso maggio. Di Zlatan Ibrahimovic ha scritto l’edizione odierna di Tuttosport, che si è concentrata sul ritorno dello svedese, prima in campo e poi fuori.

Il campione rossonero per il quotidiano punta gli ottavi di finale di Champions League con il Tottenham. Scopo ben chiaro: diventare il giocatore di movimento più anziano prima in Champions e poi in campionato. “Tenendo buona come data il 14 febbraio, Ibra quel giorno avrà 41 anni e 134 giorni. Ad avere il primato in Champions è un altro rossonero, Billy Costacurta il 21 novembre 2006 in Aek-Milan: 40 anni e 211 giorni. Davanti a Ibra rimarranno solo portieri, ovvero Ballotta, Buffon, Shovkovskyi e Schwarzer.

LEGGI QUI ANCHE: “SALTA SPORTIELLO A GENNAIO? LE RICHIESTE DELL’ATALANTA SPAVENTANO IL MILAN”

Inutile dire che, segnando un gol, diventerebbe anche il bomber più anziano della storia della Champions, superando Totti contro il Cska Mosca (gol più “vecchio” nell’attuale Champions, a 38 anni e 59 giorni)”. Prendendo in esame il campionato, ancora Costacurta l’uomo da battere. Sia come giocatore di movimento (41 anni e 25 giorni il 19 maggio 2007), sia come marcatore (stesso giorno). Ibra è già oggi il più anziano ad aver realizzato una doppietta in A, all’età di 40 anni e 48 giorni contro la Fiorentina il 20 novembre 2021. Se lo svedese giocherà l’ultima giornata di campionato il 4 giugno, avrà 41 anni e 244 giorni e diventerà il quinto più “vecchio” di sempre nella storia della Serie A. Alle spalle Ballotta, Buffon, Antonioli e Fontana. Inutile dire che siano tutti portieri…”

Poi, il quotidiano si sofferma sul futuro di Ibra e delinea tre diverse strade: “O nel team di Raiola, come reclutatore di clienti, oppure altre due soluzioni: la prima che lo vorrebbe al fianco di Paolo Maldini e Ricky Massara nella gestione sportiva, con annesso coinvolgimento nelle trattative di mercato. La seconda è quella di una figura che faccia da raccordo tra la direzione tecnica e Milanello, con Ibra che potrebbe così essere ancora d’aiuto a Pioli nella crescita della squadra e dei singoli giocatori. Ma prima di questi scenari, Zlatan vuole tornare protagonista in campo per provare a chiudere la carriera alla sua maniera”.

Segui la nostra pagina Facebook per non perderti nulla di quello che succede nel mondo Milan!

Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

photocredits: acmilan.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Radio Rossonera Live

live

EnglishGermanItalianSpanish