“Milan, perché Ibrahimovic non c’era a Newcastle?”: Baiocchini spiega

I più letti

Davide Giovanzana
Nato in provincia nel 1997, Laureato in scienze della comunicazione. Ho studiato e lavorato con un solo obiettivo nella testa, rendere una passione il mio lavoro: raccontare il Milan alla gente del Milan. Ho un debole per le storie difficili e per gli underdog in tutti gli sport

L’inviato Sky Sport spiega perché Ibrahimovic non ha seguito il Milan a Newcastle: la scelta dello svedese è precisa (e sensata)

A Newcastle, il Milan è uscito dalla Champions League ma vincendo si è assicurato l’Europa League: nonostante i rumors, Zlatan Ibrahimovic non era presente in Inghilterra con la squadra. Il nuovo “Senior Advisor” del club e “Partner Operativo” di RedBird, come annunciato dal comunicato ufficiale uscito lunedì, sarà presto a Milanello, come raccontato dall’inviato Sky Sport Manuele Baiocchini. A Newcastle insieme al Milan, però, Ibrahimovic non c’era per una scelta precisa.

Perché Zlatan Ibrahimovic non c’era insieme al Milan a Newcastle?

Alla domanda che tutti i tifosi rossoneri si sono posti e si stanno ponendo nelle ultime ore ha risposto Manuele Baiocchini, inviato Sky Sport vicinissimo alle vicende del Milan:

“Zlatan Ibrahimovic entrerà in scena domani. Vi spiego il retroscena: lo svedese voleva raggiungere la squadra a Milanello già oggi, ma l’allenamento è stato cancellato e avrebbe trovato il centro sportivo deserto. Per questo motivo, la sua visita dovrebbe arrivare domani. Utilizziamo il condizionale, dovrebbe, perché Zlatan Ibrahimovic è un consulente esterno per il Milan e deciderà di sua spontanea volontà se presentarsi o meno. Tutti sanno che potrebbe arrivare domattina, nessuno però ne ha la certezza”.

“SCETTICA O EDULCORATA?”: CURRÒ E LE DIETROLOGIE IBRAHIMOVIC-MILAN

“Dovrebbe essere così, ripetiamo. Anche la dirigenza è stata avvisata di questo passaggio di Ibrahimovic a Milanello, non perché voglia presentarsi, conosce tutti e Milanello è casa sua, ma perché vuole conoscere meglio i nuovi giocatori, quelli che non ha visto da vicino. Domani dovrebbe essere l’Ibra-day, il primo giorno da dirigente del Milan di Zlatan Ibrahimovic. Perché Zlatan Ibrahimovic non è andato con il Milan a Newcastle? Perché in un momento così delicato ha preferito lasciare la squadra tranquilla, senza che poi si rincorressero voci sul suo arrivo e sulla sua presenza che ci sarebbero sicuramente state”.

Giorno di riposo

Dopo aver affrontato l’argomento Ibrahimovic, Baiocchini racconta la giornata del Milan di ritorno da Newcastle:

“Pioli ha dato un giorno di riposo alla squadra, atterrata questa mattina a Milano: i giocatori sono andati a riposarsi a casa e rientreranno a Milanello domani per preparare la partita con il Monza. Rimpianti ci sono per come sono andate le cose, ma almeno non c’è quello di non aver battuto il Newcastle. Il Milan retrocede in Europa League, una competizione che non ha mai vinto ma con squadre molto importanti: Liverpool, Brighton, Marsiglia, Leverkusen, ci sono le italiane Atalanta e Roma…”.

“IBRAHIMOVIC, FIGURA CHE SERVIVA!”: JACOBELLI VA CONTROCORRENTE

SCORRI PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

Ultime news

Notizie correlate