Chukwueze subito in spogliatoio dopo Newcastle-Milan: cos’è successo?

I più letti

Giacomo Todisco
Nato a Milano nel 1998, muove i primi passi nel mondo del giornalismo all' età di 20 anni. Con esperienza in campo sportivo in generale, sfrutta la sua passione per informarsi su gran parte del panorama calcistico. Appassionato di Premier League e Liga spagnola. Tifoso del Milan da sempre.

L’uomo decisivo di Newcastle fa preoccupare per un attimo il Milan: il retroscena arriva direttamente dal St James’ Park

Il Milan è riuscito all’ultimo respiro del suo girone di Champions League a ritagliarsi una piccola possibilità di qualificazione agli ottavi di finale: non è bastata, però, la vittoria di Newcastle. Una vittoria che porta la firma del calciomercato estivo, perché se a siglare il primo gol è Christian Pulisic, a confezionare il contropiede del secondo e determinante timbro sono Noah Okafor, Luka Jovic e, infine, Samuel Chukwueze. Il nigeriano, che tanto è stato argomento di discussione negli ultimi mesi in orbita rossonera, ha trovato il suo secondo gol consecutivo in Champions. E per un attimo ha fatto preoccupare lo staff di Stefano Pioli.

CAPELLO: “BRAVI MILAN E PIOLI! FISICAMENTE SUPERIORI AL NEWCASTLE”

Spavento infortunio: Gazzetta svela l’episodio sfuggito a molti

A svelare un retroscena non colto dalle telecamere in diretta è Alessandra Gozzini de La Gazzetta dello Sport, che sottolinea il curioso episodio nei travagliati minuti immediatamente successivi al fischio finale di Makkelie.

“Samu Chukwueze è stato tra gli ultimi a entrare e per distacco il primo a uscire – scrive la giornalista. Chukw-gol avrebbe dovuto essere in prima fila nei festeggiamenti sotto la curva rossonera, e invece non era nemmeno più in campo…”. Allora, la preoccupazione (visto anche lo stato di massima allerta per le condizioni dei calciatori del Milan) va verso il suo gesto:

“Un attimo dopo il fischio finale si tocca il flessore della coscia sinistra, un confronto veloce con lo staff e subito dritto negli spogliatoi. Così in fretta che nemmeno Pioli fa in tempo a vederlo: una precauzione, meglio scaldarsi dentro che continuare il lavoro sul campo fuori con le riserve. Rapido come quando era entrato in campo: poco più di un minuto dalla panchina all’area del Newcastle per segnare il gol della vittoria. A segno dopo 68”, il secondo più rapido del torneo dopo Francisco Conceicao, subentrato in Porto-Shakhtar di ieri, e in rete dopo 46 secondi”.

Insomma, solo uno spavento per il nigeriano e per lo staff. Un altro stop avrebbe reso la serata ancor più amara di quella che è effettivamente stata perché, se Chukwueze è corso in spogliatoio, allenatore e compagni sono rimasti sul campo per scoprire l’esito di Borussia Dortmund-PSG, finita con un (per i rossoneri) deludente pareggio per 1-1.

NEWCASTLE-MILAN, PIOLI: “C’È AMAREZZA, IL MIO PIU’ GRANDE RIMPIANTO…”

SCORRI PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

Ultime news

Notizie correlate