Nesta ritrova Galliani: “Così mi convinse a venire al Milan” Poi l’impronta di Berlusconi

I più letti

Piero Mantegazza
Nato in provincia di Como nel 2000, laureato in Economia dei beni culturali e dello spettacolo. Ho mosso i primi passi nel giornalismo a “La Provincia di Como” per poi passare a Radio Rossonera. Raccontare lo sport è la mia passione: calcio e tennis non devono mai mancare. Fin da bambino il focus è il Milan, che è come una seconda famiglia. Innamorato delle bandiere e delle loro ineguagliabili storie, ormai sempre più in via d’estinzione

Nesta di nuovo insieme a Galliani al Monza, il nuovo allenatore ripercorre l’arrivo al Milan: il dietro le quinte in uno studio televisivo

Alessandro Nesta è intervenuto in conferenza stampa insieme ad Adriano Galliani: il nuovo allenatore del Monza non poteva non citare il Milan. Una storia fatta di gioie (tante) e sconfitte (poche) quella di Nesta con il Diavolo: un’avventura che si intreccia con quella di Galliani e Silvio Berlusconi. Il nuovo allenatore del Monza ha raccontato come Galliani l’abbia convinto a passare dalla Lazio al Milan nel 2002. L’ex difensore ha poi ripercorso il passato insieme alle due storiche figure rossonere.

Nesta-Galliani: di nuovo insieme

L’aneddoto rivelato da Nesta in conferenza:

Nesta ricorda come Galliani lo abbia portato al Milan: “La trattativa è durata due secondi. Non ho pensato a nulla, non mi sembrava vero. Ricordo una volta a Controcampo, eravamo entrambi ospiti e nel dietro le quinte il dottor Galliani mi disse: chi gioca al Milan è sempre felice. Così mi convinse“. 

Il trio Nesta-Galliani-Berlusconi: “E’ una situazione particolare, vent’anni dopo facciamo un’altra conferenza stampa di presentazione. Abbiamo vinto tanto e perso tanto, siamo caduti e ci siamo rialzati, è stato un percorso stupendo. Lavorare con Galliani è un piacere, ma anche una responsabilità che sento doppia. Ho visto il centro sportivo e vedo la mano del presidente Berlusconi”.

Ultime news

Notizie correlate