Nesta scredita la Lazio: “Al Milan vogliono la Champions, non il campionato”

I più letti

Piero Mantegazza
Nato il 21-11-2000. Laureando in Economia e gestione dei beni culturali e dello spettacolo all'Università Cattolica del sacro cuore di Milano. Redattore di Radio Rossonera, innamorato del Milan e dello sport in generale.

Nesta racconta il passaggio dalla Lazio al Milan: diversa storia, diversi obiettivi. Poi un aneddoto su Gattuso

Alessandro Nesta è stato un grande difensore di Lazio e Milan: l’ex campione racconta la differenza tra le due società. Nesta è tornato sulla grande delusione del 2005 in finale di Champions League contro il Liverpool: Gattuso era distrutto.

Lazio e Milan: due realtà diverse

Alessandro Nesta e il gruppo musicale Meduza hanno fatto una chiacchierata visibile sul canale Youtube della UEFA. Il difensore ha ricordato l’umore della squadra dopo Istanbul:

“Ogni mattina che mi svegliavo dopo la sconfitta in finale con il Liverpool non ci credevo, mi chiedevo come fosse potuto succedere. Gattuso voleva smettere di giocare, tutti distrutti e che piangevano. Poi a fine estate ci siamo ritrovati e ci siamo detti non può finire così. Il destino ci ha dato una mano, ci ha messo difronte di nuovo il Liverpool. Ho imparato anche a perdere perchè non si può sempre vincere”.

Sulla delusione in una finale di Champions League ci è tornato anche Buffon, raccontando proprio l’incredulità del famoso rigore di Nesta.

Si è soffermato poi sulla differenza tra Lazio e Milan nelle ambizioni:

“Il mio debutto in Champions League con la maglia della Lazio nel 1999 è stata una serata bellissima. Un sogno, da piccolo guardavo sempre la Champions in tv. Poi ogni società ha il suo DNA: io dalla Lazio sono andato al Milan, e lì mi hanno chiesto di vincere la Champions League, non il campionato“.

Ultime news

Notizie correlate