Gazzetta – 5 motivi per i quali il Milan può sperare alla rimonta sul Napoli

I più letti

Davide Giovanzana
Nato in provincia nel 1997, Laureato in scienze della comunicazione. Ho studiato e lavorato con un solo obiettivo nella testa, rendere una passione il mio lavoro: raccontare il Milan alla gente del Milan. Ho un debole per le storie difficili e per gli underdog in tutti gli sport

In un editoriale sulle colonne della Gazzetta dello Sport, il giornalista Alessandro Vocalelli ha delineato i 5 motivi per i quali il Milan può sperare nella rimonta al Napoli.

“La domanda più ricorrente è sempre la stessa: ma questi 8 punti di vantaggio sul Milan mettono il Napoli in sicurezza? Interrogativo a cui, ed è condivisibile, ha risposto Pioli, rilanciando la sfida con una premessa. Se Spalletti dovesse continuare su questo ritmo arriverebbe a sfiorare o sforare il tetto dei 100 punti; ma visto che ci sono ancora 23 giornate da giocare – e dunque 69 punti a disposizione – c’è ancora lo spazio per non immaginare una solo scenario. Certo, come detto, il Napoli riparte non solo in pole-position ma anche con la consapevolezza di avere pienamente meritato il suo cospicuo vantaggio: frutto di una campagna acquisti illuminata, di un lavoro esemplare di Spalletti e del suo staff, di quella perfetta sintesi tra gioco e giocatori”.

LEGGI QUI ANCHE   -JUVENTUS, “MANOVRA STIPENDI”, CALCIATORI A RISCHIO SQUALIFICA? ECCO PERCHE’-

“Questa premessa non basta però a far credere al Napoli – e Spalletti lo sa benissimo – di avere già vinto: i campioni d’Italia del Milan, per prendere il riferimento più vicino, hanno ancora tante carte da giocare. Che potremmo, per chiarezza, riassumere in cinque punti”.

LEGGI QUI ANCHE    -BROCCHI: “VEDO UNA GRANDE SIMILITUDINE TRA IL MIO MILAN E QUELLO DI OGGI”-

“1) La possibilità di guardare al ritorno del campionato, al calendario, con la speranza di poter accorciare immediatamente le distanze. Il Napoli nelle prime tre giornate affronterà due scontri diretti con Inter e Juve e – oltre naturalmente a guardare a se stessi – Inzaghi e Allegri potrebbero dare un’ulteriore spinta a Pioli.
2) La capacità del Milan, ampiamente dimostrata nel campionato scorso, di saper guardare a se stesso, senza – come è successo nei confronti dell’Inter – mai perdere le speranze.
3) Il recupero degli infortunati, che sono mancati tantissimo nella prima parte di stagione. E come è importante Maignan dal punto di vista tecnico – e se l’assenza dovesse proseguire si penserebbe infatti a Sportiello – così è fondamentale Ibra anche dal punto di vista psicologico. Non sarà pronto magari per giocare 90 minuti, ma con le cinque sostituzioni a disposizione uno così può davvero – come si dice – spaccare le partite in corsa.
4) La crescita di De Ketelaere che è stato finora impalpabile, ha pagato lo scotto dell’ambientamento, ma sul cui valore non si può dubitare. E l’idea suggestiva di provarlo da prima punta potrebbe aprire nuovi scenari.
5) La forza del Milan alla distanza. L’anno scorso i rossoneri misero insieme 44 punti nel girone di ritorno, facendo meglio, molto meglio, di tutti. Il risultato di una preparazione ad hoc, che in questa stagione anomala potrebbe fare ancora la differenza. Insomma, la A che sta per tornare ha ancora tanto, tanto, da dire”.

Segui la nostra pagina Facebook per non perderti nulla di quello che succede nel mondo Milan!

Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

pioli e spalletti
photocredits: acmilan.com

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultime news

Notizie correlate