Napoli-Milan a Orsato: la scelta fa discutere per due motivi

I più letti

Davide Giovanzana
Nato in provincia nel 1997, Laureato in scienze della comunicazione. Ho studiato e lavorato con un solo obiettivo nella testa, rendere una passione il mio lavoro: raccontare il Milan alla gente del Milan. Ho un debole per le storie difficili e per gli underdog in tutti gli sport

Sarà Orsato l’arbitro di Napoli-Milan: i precedenti e lo stato di forma del fischietto di Schio preoccupano i tifosi rossoneri

L’AIA ha scelto: sarà Daniele Orsato l’arbitro per la sfida tra Napoli e Milan del Diego Armando Maradona, fischio d’inizio domenica sera ore 20:45. Il fischietto di Schio, uno dei più esperti in Serie A ma che arbitra sempre meno partite nella massima serie italiana, dirigerà il Milan per la 38esima volta in carriera. In questa stagione, il 47enne Orsato ha arbitrato 3 partite di Serie A, una di Champions League e una di Saudi Pro-League. Napoli-Milan sarà quindi il primo big match della stagione dell’esperto arbitro internazionale. Andiamo nel dettaglio tra precedenti ed un rapporto coi rossoneri… molto particolare.

Napoli-Milan ad Orsato: i precedenti

L’arbitro di Napoli-Milan, Daniele Orsato, ha diretto 37 gare dei rossoneri in carriera: 13 vinte dal club di via Aldo Rossi, 8 perse e 16 pareggiate. Nella sua carriera, Orsato non ha mai “pareggiato” così tanto come quando ha arbitrato il Milan, neanche nelle 49 volte in cui ha arbitrato il Napoli (15 pareggi). L’ultimo precedente risale alla scorsa stagione, 32esima giornata di Serie A, Roma-Milan, 1-1 il risultato finale. Ma ne parliamo con calma.

Scelta particolare quella dell’AIA di affidare Napoli-Milan ad Orsato, sia perché la forma fisica e la lucidità non sono quelle di qualche anno fa che perché con l’arbitro di Schio, da sempre il Milan ha un rapporto controverso. Sono diversi infatti gli errori che hanno accompagnato le sue direzioni con i rossoneri in campo: in Lazio-Milan del 26 aprile 2021 non venne fischiato un intervento su Calhanoglu all’inizio dell’azione che poi portò al raddoppio di Correa, nonostante il richiamo al VAR. Stessa sorte era toccata ad un fallo su Piatek in area di rigore in un Sampdoria-Milan del 2019. L’ultima svita, nel 2021/2022 a Napoli: contatto tra Koulibaly e Bennacer non sanzionato con il tiro dal dischetto, ma almeno in quel caso il Milan riuscì comunque a trionfare.

PSG MILAN “AD ALTO RISCHIO”: SI TEMONO GLI ULTRAS DEL NAPOLI

Roma-Milan 1-1

Nel Roma-Milan 1-1 della scorsa stagione che abbiamo appena citato, Daniele Orsato si rese protagonista al fischietto di una prestazione di basso livello. Michele Criscitiello, direttore di Sportitalia, l’aveva commentata così il giorno dopo in un editoriale sul portale web dell’emittente:

Intanto il Milan ha molto da recriminare per il discutibile metro arbitrale di Orsato. Il più esperto, il migliore. Evidentemente stanco. Poco lucido. Poco allenato. Orsato ha concesso tutto. I rossoneri dovrebbero chiedere maggior rispetto alla classe arbitrale; per storia, perché sul petto portano ancora lo scudetto e perché quando si ha ragione bisogna riceverla. I punti, ad aprile e maggio, pesano il doppio. A Roma, Pioli ha rischiato seriamente di compromettere il suo cammino verso la prossima Champions e non parteciparci sarebbe gravissimo. Un fallimento. Per questo gli arbitri ora non possono sbagliare. Orsato ha cannato tutto e la prestazione è stata ampiamente sotto la sufficienza, altro che i 7 ricevuti da qualche parte“.

ORSATO: “SEEDORF ALTRI LIVELLI! MILAN-SIENA, MALDINI PROTESTO’ E VERGASSOLA MI DISSE…”

SCORRI PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

napoli milan arbitro orsato

Ultime news

Notizie correlate