Napoli, Meret: “Ripartire bene sarà un grande segnale”

I più letti

Giacomo Mirandola
Residente in un paesino in provincia di Novara, nasce a Gallarate il 21 dicembre 1998, poche ore dopo Kylian Mbappé, con cui condivide la passione ma non il talento. Diplomato al liceo scientifico e laureato in Scienze della Comunicazione, la sua vita, alla costante ricerca di emozioni, lo ha portato a conoscere e ad appassionarsi a quasi tutti gli sport praticati sul pianeta. Giornalista, speaker e audiodescrittore all'occorrenza, fa questo lavoro per esigenza, non per scelta. Un solo obiettivo: trasmettere agli altri anche solo un parte delle emozioni che lo sport gli sa regalare ogni giorno.

Alex Meret è uno dei perni fondamentali di questo Napoli che ha sbaragliato la concorrenza in questi primi mesi di stagione. Il portiere azzurro è stato discusso a lungo e sembrava in procinto di lasciare la Campania in estate, o almeno di perdere il posto da titolare. I partenopei hanno sondato il terreno con Kepa del Chelsea e Navas del PSG, ma alla fine è rimasto l’italiano. Meret si è preso in mano il Napoli e ha sfoggiato prestazioni di alto livello a ripetizione. Proprio Meret ha rilasciato una lunga intervista a Sky Sport sul suo momento e su quello del suo Napoli.

LEGGI QUI ANCHE – ESULTA IL MILAN, PRIMO GOL DI NASTI IN SERIE B –

Sulla finale del Mondiale e sul Napoli, che vinse lo scudetto proprio l’anno dopo l’ultimo titolo dell’Argentina:Ho visto la finale. L’Argentina ha ottenuto una straordinaria vittoria, meritata per quello che ha dimostrato durante tutta la partita. Vogliamo ripetere la storia, noi ce la metteremo sicuramente tutta e continueremo a fare quello che abbiamo fatto nella prima parte per restare là davanti e provare ad arrivare primi“.

Sulla parata di Martinez all’ultimo secondo dei supplementari:Penso sia stata la parata più importante della sua vita, in un momento così, in un Mondiale. Si è poi ripetuto alla grande durante i rigori. È stata sicuramente una grandissima serata per lui e poter vivere certi momenti è sempre una grandissima emozione e soddisfazione. Sicuramente sarebbe bello poterli vivere anche per me“.

Sulla prossima amichevole con il Lille e la sconfitta contro il Villarreal:Perdere non fa piacere a nessuno. Contro il Villarreal abbiamo sbagliato qualcosa di troppo e ci hanno puniti sui errori nostri, su delle ripartenze che abbiamo concesso. Non vogliamo commettere di nuovo questi errori, ma fare innanzitutto una buona prestazione che è importante, se poi arriverà anche la vittoria tanto meglio“.

Sulla pressione del primo posto in classifica:Quella c’è sempre, l’importante in questo momento è lavorare al massimo per mettere carico nelle gambe e arrivare pronti alla ripartenza del campionato. Stiamo lavorando al massimo per questo, dobbiamo seguire quello che ci chiede il mister e fare quello che ci dice lui. Finora direi che ha dato i suoi frutti. Dobbiamo continuare così“.

Sui tanti big match a gennaioAbbiamo partite molto difficili e certamente importanti, ripartire bene sicuramente potrà dare un grande segnale a tutte le altre squadre. Noi ci siamo e continuiamo a fare quello che abbiamo fatto fin da inizio campionato. Ci proveremo fino alla fine e dobbiamo farci trovare pronti perché sarà un mese veramente difficile, ma ci stiamo preparando al meglio“.

Segui la nostra pagina Facebook per non perderti nulla di quello che succede nel mondo Milan!

Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultime news

Notizie correlate