Moviola Slavia Praga-Milan: “Grave errore, ma non per il rosso”

I più letti

La moviola di Slavia Praga-Milan sul Corriere dello Sport: per l’arbitro serata complicata, rosso giusto, bene al VAR

Pochi episodi, ma decisivi, nella moviola di Slavia Praga-Milan, ritorno degli ottavi di Europa League terminato con la vittoria dei rossoneri e il conseguente passaggio del turno per la squadra di Stefano Pioli. Tra le righe del Corriere dello Sport la consueta analisi arbitrale di Edmondo Pinna: arbitraggio insufficiente, bene invece il VAR. Il principale episodio da moviola è il cartellino rosso dato al centrocampista dello Slavia Praga Tomas Holes, che ha indirizzato nei giusti binari la partita per il Milan. Si legge di una serata complicata per l’arbitro Nyberg, accompagnata da un 5,5 in pagella. La squadra arbitrale sceglie bene anche sul gol di Pulisic. Andiamo con ordine.

Fondamentale l’intervento del VAR; occhio alla posizione di Giroud nel gol di Pulisic

Pinna definisce complicata la partita dell’arbitro svedese, sporca e piena di interruzioni. Chiude le gara con un rosso, sette gialli e 22 falli fischiati. Il grave errore di Nyberg non sta tanto nel rosso, giustissimo, ma nella scelta di non prendere inizialmente nessun provvedimento disciplinare. L’intervento sulla tibia e sulla caviglia di Calabria è brutto e da rosso, ma l’impressione è che se il direttore di gara (in posizione perfetta) avesse soltanto ammonito il centrocampista dello Slavia, il VAR Higler lo avrebbe supportato. Il non fare nulla è un errore abbastanza grave. Regolare il gol di Pulisic con Giroud che salta davanti il portiere avversario Stanek: tenuto in gioco per centimetri da Ogbu, in caso di posizione irregolare, il dibattito sarebbe stato sulla punibilità del gesto. Fortunatamente non è stato necessario nessun intervento.

Ultime news

Notizie correlate