Moviola Milan-Roma, CorSport: “Più sì che no, ma Lukaku millimetri”

I più letti

Giacomo Todisco
Nato a Milano nel 1998, muove i primi passi nel mondo del giornalismo all' età di 20 anni. Con esperienza in campo sportivo in generale, sfrutta la sua passione per informarsi su gran parte del panorama calcistico. Appassionato di Premier League e Liga spagnola. Tifoso del Milan da sempre.

La moviola di Milan-Roma dal Corriere dello Sport: l’arbitro Turpin merita la sufficienza, ma qualche dubbio resta

Tanti gli episodi dubbi nel corso di Milan-Roma, l’andata dei quarti di finale di Europa League chiusasi sullo 0-1 in favore dei giallorossi: cosa ne pensa la moviola del giorno dopo? Come sempre, il Corriere dello Sport dedica un approfondimento firmato Edmondo Pinna, che giudica l’operato dell’arbitro Turpin e (oggi più che mai) degli assistenti. Anche il VAR, comunque, fa la sua parte.

Non brilla, ma…

Il quotidiano sottolinea l’esperienza del direttore di gara francese che, comunque “non ruba l’occhio, lascia a volte giocare troppo e ammonisce poco o a sproposito“. Poi va dritto al punto: “Il tocco di mano di Abraham è più rigore che no, ma i giocatori in campo lo accettano”. Tuttavia, per Pinna il dubbio resta. Al contrario, pare essere più convinto della non completa responsabilità del guardalinee Danos sul fuorigioco precedente al corner che ha portato al gol.

L’esperto scrive: “L’impressione è che i giocatori siano (o non siano) allineati di pochissimo. I piedi quasi certamente, ma è molto probabile che Lukaku sia in gioco di millimetri. Ma non è tutto, perché nonostante il 6 come voto finale all’intera squadra arbitrale viene contestata la gestione dei cartellini. “Se è corretto il giallo a Pulisic, quello per Cristante è quasi chiamato per ‘riequilibrare‘ la sfida”.

Ultime news

Notizie correlate