Moviola Milan-Lecce, CorSport: “Male tre volte, Massimi era obbligato”

I più letti

Non una buona prestazione, secondo il Corriere dello Sport, quella dell’arbitro Massimi: la moviola di Milan-Lecce

Il Corriere dello Sport, nella moviola di Milan-Lecce, definisce negativa la prestazione arbitrale di Massimi. Nell’occhio del ciclone soprattutto l’episodio tra Theo Hernandez e Almqvist che ha poi portato al successivo terzo goal dei rossoneri. Per il quotidiano il direttore di gara era obbligato a fermare il gioco dato il colpo alla testa subito dall’esterno offensivo svedese.

3 errori in uno

Nella moviola di Milan-Lecce il Corriere dello Sport giudica negativamente l’operato del direttore di gara Massimi. Mentre il cartellino rosso di Krstovic viene definito giusto, nonostante l’intervento sia “molto ingenuo e niente affatto cattivo”, l’episodio che ha fatto più discutere è stato il terzo gol dei rossoneri. La ripartenza parte da un contatto nell’area del Milan tra Theo Hernandez e Almqvist, definito così dal quotidiano: “gravissimo non fermare il gioco per il colpo subito alla testa, e poteva starci il rigore (spalla vs spalla è un’altra cosa)”. Sempre sullo stesso episodio: “Massimi aveva l’obbligo di fermare il gioco. E non lo fa”.

Ultime news

Notizie correlate