Pellegatti: «Milan, Morata non basta. E bandiamo “adattato”» (ESCLUSIVA)

I più letti

Giacomo Todisco
Nato a Milano nel 1998, muove i primi passi nel mondo del giornalismo all' età di 20 anni. Con esperienza in campo sportivo in generale, sfrutta la sua passione per informarsi su gran parte del panorama calcistico. Appassionato di Premier League e Liga spagnola. Tifoso del Milan da sempre.

Carlo Pellegatti si esprime su Alvaro Morata e spiega perché il Milan dovrebbe puntare su tre attaccanti

Nel corso del nostro appuntamento con Filo Rossonero, oggi Carlo Pellegatti si è concentrato sulla figura del prossimo numero 9 del Milan: da Joshua Zirkzee ad Alvaro Morata, ma punta al Mister X soprattutto in termini “numerici”.

Carlo Pellegatti al canale Youtube di Radio Rossonera

OGGI IL RADUNO – “Di solito c’è sempre entusiasmo a inizio stagione. Stavolta arriverà di passo in passo con i nuovi acquisti, le prime amichevoli, il pallone che rotola. Le parole adesso lasciano il tempo che trovano. Non importa più cosa farà l’Olanda per Zirkzee. Si tratta solo di aspettare la risposta di Morata: da quel che mi sembra di capire, sarà lui l’attaccante. A me interessa, come ho chiesto a Ibra, che ci siano tre attaccanti. Non è un problema dell’X, mettete chi volete. Io voglio un Depay, un Kolo Mouani in prestito che non vuole più stare al PSG, un Abraham a certe condizioni… Due più Okafor adattato sarei preoccupato, ve lo dico prima.  Là davanti il reparto deve essere ben completato”.

ZIRKZEE – “Speriamo faccia bene per la sua carriera, non guardiamo più al passato. Speriamo di prenderne uno bravo uguale o più bravo”.

MORATA – “Le parole della moglie sono emblematiche. Ha detto che non manda i bambini a scuola con i compagni che si lamentano se il papà non segna. Quando ci sono di mezzo i bambini e il loro disagio, puoi essere il più ricco del mondo, ma te ne vai. Dove non lo so, ma secondo me va via dalla Spagna. Ha questa opportunità, che la Juventus non gli ha dato, di tornare in Italia. Ci sono tutti gli elementi. Io ho sempre sperato che venisse Morata. Attenzione, non come vertice dei nostri acquisti. Preferivo gli altri, però è un grande giocatore che sa muoversi bene. Ripeto: ne voglio un terzo. Anche fossero stati Sesko e Jovic. Io sono fissato con questo, la parola ‘adattato’ bandiamola, per cortesia”.

Ultime news

Notizie correlate