Morata Milan, Di Marzio: “Fiducia e valzer. E occhio alla Francia out”

I più letti

Andrea Rabbi
Nato sul Lago di Garda alla fine del 1998, laureato in Editoria e Giornalismo. Ho da sempre coltivato il sogno che il calcio entrasse a far parte stabilmente della mia vita professionale, e poter iniziare questo percorso scrivendo della mia squadra del cuore è sicuramente motivo di grande orgoglio. Cresciuto accompagnato dalle gesta del grande Kakà, vago da tempo alla ricerca di un degno erede in maglia rossonera

Gianluca Di Marzio ha aggiornato in merito ai contatti tra Alvaro Morata e il Milan, accennando anche agli altri obiettivi di mercato

Intervenuto durante la trasmissione “Calciomercato – L’originale” in diretta su Sky Sport, Gianluca Di Marzio ha fatto il punto sulla trattativa tra il Milan e Alvaro Morata, ormai ben avviata, e su altri nomi in orbita rossonera.

Le parole di Di Marzio

Su Morata: “Il Milan è sempre più fiducioso di avere il sì di Morata, perchè evidentemente nelle ultime ore i segnali sono stati positivi. Dovrà a questo punto pazientare fino a domenica, perchè Morata l’ok definitivo lo vuole dare solamente alla fine dell’Europeo. C’è un clamoroso giro di attaccanti che nasce da lui, perchè l’Atletico Madrid sta pensando di sostituirlo con Kolo Muani, fattore indispensabile (in caso di cessione) perchè il PSG vada su Osimhen. Se il nigeriano dovesse andare in Francia, Romelo Lukaku andrà al Napoli, squadra con cui ha già un accordo. Ad oggi comunque per il Milan c’è solo Morata. Lukaku ha bisogno di tempo per far scendere le pretese del Chelsea, ma comunque si è promesso ad Antonio Conte”.

Su Fofana e Rabiot: “Con l’uscita dall’Europeo della Francia, il Milan potrà cercare di avere il sì definitivo di Fofana, che è la prima scelta a centrocampo. E poi capiremo anche il futuro di Rabiot, se tornerà a discutere con la Juventus per il rinnovo di contratto che è in ballo o se valutare altre opportunità come quella del Milan, che un’offerta a Rabiot gliel’ha fatta”.

Ultime news

Notizie correlate