Monza-Milan, S. Peduzzi: “Di Gregorio obiettivo se parte Maignan” (ESCLUSIVA)

I più letti

Andrea Roderi
Studente universitario, appassionato di radio, podcast e Milan. Aspirante giornalista professionista.

Stefano Peduzzi in esclusiva per Radio Rossonera su Milan-Monza: i tanti ex, il momento dei brianzoli, un occhio al calciomercato

Monza-Milan di questa sera è un’occasione per confermare il buon momento e proseguire la striscia positiva di risultati in campionato. Abbiamo intervistato in esclusiva il direttore di Monza News Stefano Peduzzi per parlare della sfida, dei protagonisti e dei tanti ex in campo.

Su Monza-Milan

Due squadre che sembrano essersi assicurate l’obiettivo minimo stagionale – Champions League e salvezza – dove trovare qualche stimolo?

“Il Monza si è salvato con anticipo, era questo l’obiettivo stagionale. Palladino però è stato chiaro: l’obiettivo è vincere lo Scudetto, arrivare primi nella parte destra della classifica. Il Monza ha ottimi valori e può competere per arrivare nella parte sinistra, come dimostrato contro le romane o contro il Torino. La speranza è migliorare il dodicesimo posto della scorsa stagione”.

All’andata un 3-0 senza storia a San Siro, ti aspetti qualcosa di diverso in Monza-Milan?

“Ce lo auguriamo. All’andata dopo due minuti il Monza non era già più in partita: Reijnders ha segnato dopo soli 90″. Purtroppo il Milan è una delle poche squadre con cui il Monza non ha ancora ottenuto punti in questo biennio di A, tre sconfitte su tre. Un po’ una bestia nera, tanto che alcuni tifosi dicono che ci scansiamo contro il Milan, anche per un discorso di affetto da parte di Galliani. A questo discorso io sinceramente non credo, penso che il Monza si giocherà la sua partita. Sarà difficile, penso che il Milan abbia la seconda rosa migliore di questo campionato. Spero che si giochi la partita come l’anno scorso all’U-power Stadium”.

Abbiamo visto un Milan particolarmente offensivo, in grado di segnare dai due ai tre gol a partita. Il Monza però non subisce gol da tra partite, la difesa può essere la chiave della partita?

“Io credo che più che la fase difensiva abbia influito principalmente il ritorno di Michele di Gregorio. Tra l’altro: Di Gregorio è un obiettivo prioritario per il Milan nel momento in cui dovesse andare via Maignan. Di Gregorio è molto stimato dai dirigenti del Milan, è uno dei portieri migliori del campionato. In più è anche un tifoso del Milan, per quanto abbia fatto tutta la trafila delle giovanili dell’Inter, attenzione quindi a questa voce. Portiere fenomenale: Udinese-Monza poteva finire 4-0 nel primo tempo, quando hai un portiere del genere unito a una buona difesa è chiaro che le cose vengono facilitate. In questo momento la coperta è un po’ troppo corta: attacco un po’ stitico, qualche tifoso rumoreggia perché comunque lo spettacolo è importante”.

MONZA-MILAN, BROCCHI: “CON PIOLI VEDO ATTACCAMENTO, IO TRA FAMIGLIA E AFFETTO” (ESCLUSIVA)

Con un occhio al calciomercato

Parliamo di calciomercato, ti chiedo dell’altro grande talento del Monza: Andrea Colpani. Giocatore molto interessante che potrebbe sposarsi bene con il progetto tecnico del Milan. Come la vedi?

“Colpani ha fatto un anno davvero molto positivo, è il capocannoniere del Monza. Ha cambiato ruolo: prima giocava davanti alla difesa ma per ragioni fisiche non può stare in mezzo al campo. Non lo vedo ancora pronto per una big, ha bisogno di un passaggio intermedio. Può essere una Lazio, una Fiorentina o un Napoli, ha bisogno di un’altra stagione a livelli importanti”.

Parliamo di ex: che stagione per Colombo e Maldini?

“Dobbiamo vedere se in Monza-Milan giocherà Colombo o Djuric. Colombo ha deluso, un attaccante che fa soltanto tre gol è sicuramente bocciato o rimandato. Non ha ripetuto la stagione vista a Lecce, tanto da essere finito addirittura in terza fascia per Palladino, dietro a Djuric e Mota. Ha giocato contro il Verona, ha segnato ma in fuorigioco. La sensazione è che giocherà Djuric. Che dire su Maldini? Ci siamo stupiti tutti del suo arrivo al Monza, in quella zona del campo abbiamo già quattro giocatori. Ha giocato solo diciassette minuti contro l’Empoli ma in allenamento sta migliorando. Aspettiamoci che possa giocare contro il Milan, dato che è comunque la sua partita”.

MONZA-MILAN, G. GALLIANI: “IL MIO CUORE È BIANCOROSSONERO, PER IL FUTURO SCELGO PIOLI” (ESCLUSIVA)

SCORRI IN BASSO PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

Ultime news

Notizie correlate