Monza-Milan, Palladino: “Il Rennes decisivo, Mota l’aveva detto”

I più letti

Giacomo Todisco
Nato a Milano nel 1998, muove i primi passi nel mondo del giornalismo all' età di 20 anni. Con esperienza in campo sportivo in generale, sfrutta la sua passione per informarsi su gran parte del panorama calcistico. Appassionato di Premier League e Liga spagnola. Tifoso del Milan da sempre.

Raffaele Palladino interviene in conferenza stampa dopo la vittoria sul Milan: l’allenatore del Monza rivela qualche curiosità dal pre partita

Una pessima prestazione e un brutto stop da parte del Milan nella serata di ieri: il Monza di Raffaele Palladino vince 4-2 sui rossoneri che, prima rimontano due gol di svantaggio con Olivier Giroud e Christian Pulisic, poi ne subiscono altri due nel recupero da Bondo e Colombo. La squadra di Stefano Pioli è stata messa in difficoltà dagli avversari per diverso minutaggio anche a livello tattico. E lo sa bene il tecnico dei brianzoli, il quale ne ha parlato in conferenza stampa rivelando dei retroscena risalenti ai giorni prima in fase di preparazione del match. Di seguito, alcuni passaggi del confronto con i giornalisti a fine gara.

MONZA-MILAN 4-2, PIOLI: “SERATA STORTA, MA OCCHIO A PARLARE DI RITMO”

Il cambio modulo, i singoli e la dedica

LA VITTORIA – “Non lo so se è la più bella ma di sicuro quella che mi ha dato più emozioni. In settimana abbiamo lavorato 12 ore al giorno, ragionando se cambiare o meno modulo. I miei calciatori sono molto intelligenti perché hanno saputo interpretare anche un modulo differente rispetto a quello solito. il Monza ha un cuore enorme e sono felice di quanto successo”.

MONZA-MILAN 4-2, COSTACURTA RIBATTE A GABBIA: “SCORRETTO SARAI TU”

LA SVOLTA MILAN-RENNES – “Il cambio modulo è stato deciso mercoledì, poi dopo aver visto il Milan giovedì contro il Rennes è stata presa la decisione definitiva. Abbiamo giocato a specchio perché pensavamo che fosse il modo migliore. Loro ci sono venuti a prendere anche forte ma noi bravissimi nel capire quando andare in verticale e quando appoggiarsi invece su Djuric e come gestire le seconde palle. Gestite bene anche la fasce, dove il Milan è stato limitato. La vittoria è per il presidente Silvio Berlusconi, sarebbe stato felice di noi”.

MOTA E COLOMBO –  “Mota il nostro Rafa Leao? No, mi è sembrato Mota Carvalho. Anzi, vi dirò di più: ieri sera ci siamo messaggiati e mi ha detto che avrebbe fatto gol. Ora gli ho detto perché non ne fa ancora (ride). Colombo doveva giocare titolare, è andato a duemila. Mi ha messo in difficoltà, per me è un vantaggio. Lui era tanto motivato e sono davvero felice perché è entrato e ha fatto la differenza”.

MONZA-MILAN 4-2, DI STEFANO SVELA: “ARIA SPIACEVOLE, DUE SEGNALAZIONE”

SCORRI IN BASSO PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

Ultime news

Notizie correlate