Monza-Milan 4-2, Costacurta ribatte a Gabbia: “Scorretto sarai tu”

I più letti

Giacomo Todisco
Nato a Milano nel 1998, muove i primi passi nel mondo del giornalismo all' età di 20 anni. Con esperienza in campo sportivo in generale, sfrutta la sua passione per informarsi su gran parte del panorama calcistico. Appassionato di Premier League e Liga spagnola. Tifoso del Milan da sempre.

Dopo Monza-Milan dibattito a Sky Sport sugli errori dei rossoneri: Billy Costacurta risponde a tono a Matteo Gabbia

Piccolo botta e risposta tra studio a Sky Sport e Monza con Alessandro “Billy” Costacurta e Matteo Gabbia dopo Monza-Milan. Nel classico post gara della domenica sera “Sky Calcio Club”, il conduttore Fabio Caressa ha introdotto il tema degli errori difensivi (4 gol subiti contro Palladino) e Costacurta e Beppe Bergomi hanno partecipato all’intervista di Peppe Di Stefano (dall’U-Power Stadium) al difensore del Milan.

MONZA-MILAN 4-2, DI STEFANO SVELA: “ARIA SPIACEVOLE, DUE SEGNALAZIONE”

Il botta e risposta e l’analisi

Costacurta: “C’è un’unica costante nelle partite del Milan: quella di prendere gol. Ci sono stati errori individuali abbastanza particolari. Prendiamo il rigore. Thiaw, che è al rientro da titolare, sbaglia tre volte in tre secondi. Primo intervento di testa, poi fa fallo su Djuric quando non c’è bisogno e poi fa fallo su Mota. I difensori centrali del Milan quest’anno hanno sbagliato tanto. Credo che Gabbia lo sappia, è un po’ la costante”.

Caressa: “Matteo, è una difficoltà della difesa o vi trovate tanti attaccanti che arrivano facilmente senza opposizione a centrocampo?”.

Gabbia: “Buonasera, intanto. Io penso che ogni volta che si subisca gol o più è una responsabilità di squadra. Poi gli errori individuali nel calcio ci sono e condizionano la partita e il risultato. Sminuire un giocatore in una situazione che ha sbagliato non è corretto secondo me. Il calcio è un gioco di squadra e secondo me potevamo lavorare meglio di squadra stasera”.

Di Stefano: “Una sconfitta inaspettata?”.

Gabbia: “Sicuramente c’è delusione. Perché avevamo preparato bene la partita ed eravamo determinati per portarla a casa. Sono cose ovvie ma quando arriva una sconfitta brucia. Dobbiamo cercare di lasciarci alle spalle questa sconfitta e da domani tornare a Milanello a lavorare e concentrarci sul futuro”.

MONZA-MILAN 4-2, PIOLI: “SERATA STORTA, MA OCCHIO A PARLARE DI RITMO”

Di Stefano: “Troppi 6 cambi in 3 giorni?”.

Gabbia: “Non sta a me dirlo. Ho un rispetto per il mister esagerato, gli voglio bene e lo rispetto, così come ai miei compagni. Chi ha giocato stasera era forte ed è una responsabilità nostra se in campo non abbiamo portato a casa una vittoria che dovevamo”.

Caressa: “Stavamo in studio apprezzando la tua maniera di esprimerti, tranne Billy…”.

Costacurta: “Non sono corretto perché dico che uno ha sbagliato? Non sarai corretto tu, perché sei il suo compagno di squadra. Ma se io dico che in un gol ha sbagliato un giocatore tu non devi dire… Fabio, fammi finire per favore. Secondo me non devi dire che non sono corretto, io sono un analista”.

Gabbia: “Non mi permetterei mai di dire che non hai ragione. Io sto dicendo che secondo me in quella situazione penso sia riduttivo dire che Malick ha sbagliato tre volte. Io potevo metterci una pezza ed è già un errore di due giocatori. O fare una copertura diversa… Si può sempre rimediare agli errori”.

Bergomi: “Non vogliamo sminuire nessuno noi, Matteo: siamo qui per analizzare. Abbiamo esaltato le tue prestazioni perché te lo meriti, ma quando c’è da analizzare siamo qui apposta”.

Gabbia: “Non volevo assolutamente andare contro a quel che avete detto, ci mancherebbe. Vi rispetto in maniera esagerata”.

SCORRI IN BASSO PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

Ultime news

Notizie correlate