Milan-Torino 5-4 d.c.r., the day after! Analisi tattica, dichiarazioni e curiosità

MILAN-TORINO – Pioli ritrova Ibrahimovic dal primo minuto e la squadra rossonera torna ad avere il suo punto di riferimento in attacco.
La partita non è delle migliori e il primo tempo si chiude senza grosse emozioni.
Arriva al 56′ la prima vera grande occasione per il Milan. Kalulu va sul fondo e mette una bella palla in mezzo all’area, Calabria calcia e Milinkovic-Savic respinge. Sulla ribattuta arriva Dalot che di sinistro calcia sul palo.
Due minuti più tardi, l’azione si ripropone sulla fascia opposta, Dalot mette palla in mezzo e Calabria di sinistro colpisce ancora il palo.
Sul finire del secondo tempo Diaz ha la palla per sbloccare la partita ma ben servito da Calhanoglu spara alto.
Si va ai supplementari dove entrambe le squadre pensano più a non rischiare che a trovare la rete e di conseguenza il passaggio del turno si decide ai rigori.
Il Milan è infallibile dal dischetto. Tatarusanu para un rigore a Rincon e Hakan segna il rigore decisivo.

Passaggio del turno meritato per quello visto in campo. L’ esultanza a fine partita di tutta la squadra fa capire quanto questa squadra abbia voglia di vittorie.

ANALISI TATTICA

Partita dai due volti quella di ieri sera. Un primo tempo abbastanza soporifero dovuto anche ad un Torino molto contratto. Con un Ibrahimovic abbastanza statico la manovra rossonera è risultata prevedibile. Pochi spunti degni di nota.
È mancato al Milan il movimento classico dell’attaccante svedese che esce dalla sua area per andare a prendersi il pallone permettendo così gli inserimenti dei centrocampisti negli spazi.
Con il ritorno della forma torneranno anche questi movimenti.
Nel secondo tempo con Leao a sostituire Zlatan al centro dell’attacco la storia della partita è cambiata. Milan meno prevedibile e di conseguenza più pericoloso.
Bene ancora una volta Calabria nel ruolo di centrocampista, buoni tempi di inserimento che lo hanno portato spesso al tiro.
Non una bellissima partita da vedere ma che ha dato ulteriori segnali positivi.

CURIOSITÀ

Il Milan nelle ultime dodici stagioni ha sempre superato il primo turno di Coppa Italia.

Musacchio torna in campo 325 giorni dopo la sua ultima apparizione con la maglia del Milan contro la Fiorentina nel febbraio 2020.

DICHIARAZIONI

Pioli: “Sappiamo lottare e soffrire, ma tra primo e secondo tempo potevamo evitare i supplementari con le occasioni avute. Siamo sempre stati squadra, vittoria voluta e meritata. La squadra sa interpretare la gara, questo è senza dubbio un segnale di forza. Abbiamo rischiato poco, siamo stati squadra. Speravamo di non andare ai supplementari. Comunque la squadra ha voglia di fare risultato e disputare partite serie. Ibra? Ho parlato con Zlatan, volevamo dargli più minutaggio rispetto alla scorsa partita. Entrando nel secondo tempo avrebbe dovuto giocare più del previsto. Speriamo possa essere nelle migliori condizioni possibili a Cagliari”.
Una cosa è certa, questo Milan non molla. Un gruppo solido con dei valori e una mentalità da vera squadra.

Giampaolo: “La classifica è preoccupante ma devi saperci convivere. Non possiamo cambiare le cose in un giorno. Il mercato è un qualcosa di competenza di Vagnati, è giusto che ne parli lui. Pubblicamente non posso esprimermi su cosa ho bisogno. E’ una mancanza di rispetto. I ragazzi hanno dato tutto. Vagnati sa cosa fare. Meité non era a disposizione perché in partenza, poi domani cosa succede non lo so”.
Anche Giampaolo conferma la probabile partenza di Meité… Direzione Milan?

TOP & FLOP

Tra i più positivi sicuramente Kalulu e Calabria. Il giovane francese sta impressionando e non poco per la sua sicurezza nelle giocate e pulizia negli interventi. Un giocatore con ampi margini di miglioramento ma che sta dimostrando di avere tutte le carte in regola per diventare un giocatore importante per questo Milan. Calabria conferma la sua crescita esponenziale con un’altra grande partita sfiorando ripetutamente anche il goal. Nota di merito anche per Tonali autore di una buona prestazione.

Ibrahimovic è parso lontano dalla sua miglior condizione e in campo si è visto.
Minuti di rodaggio necessari in vista del prossimo impegno contro il Cagliari dove vista l’assenza per squalifica di Leao avrà tutto l’attacco sulle sue spalle.

photocredits acmilan.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Tutti convocati

Radio rossonera live

torna al live

La radio 24/7 dedicata al Milan