Milan tra Zirkzee e Dovbyk, Trevisani e Borghi: “È lui quello giusto”

I più letti

Piero Mantegazza
Nato in provincia di Como nel 2000, laureato in Economia dei beni culturali e dello spettacolo. Ho mosso i primi passi nel giornalismo a “La Provincia di Como” per poi passare a Radio Rossonera. Raccontare lo sport è la mia passione: calcio e tennis non devono mai mancare. Fin da bambino il focus è il Milan, che è come una seconda famiglia. Innamorato delle bandiere e delle loro ineguagliabili storie, ormai sempre più in via d’estinzione

Prendere o lasciare, chi tra Zirkzee e Dovbyk è l’attaccante ideale per il Milan? Rispondono Trevisani e Borghi

Il colpo essenziale che deve fare il Milan in questa sessione di calciomercato è l’attaccante: Joshua Zirkzee è il primo nome della lista, ma resta ancora viva la pista Artem Dovbyk. Da una parte il giocatore del Bologna è più tecnico e più in grado di legare il gioco, mentre il centravanti del Girona è un bomber d’area di rigore (24 gol quest’anno in Liga). Il favorito resta Zirkzee, anche se Matteo Moretto ha escluso un’accelerata in queste ultime ore.

Il dilemma dell’attaccante del Milan

Riccardo Trevisani e Stefano Borghi hanno dato un’opinione su Zirkzee e Dobvyk e hanno consigliato al Milan su chi puntare. Tutto questo per Cronache di Spogliatoio.

Trevisani: “Se fossi nel Milan non avrei dubbi su chi scegliere per l’attacco. Joshua Zirkzee conosce la Serie A, è un giocatore già pronto, ha fatto una stagione incredibile con il Bologna. Non deve esserci nessun dubbio Con Dovbyk”.

Borghi: “È un attaccante estremamente tecnico che manda a nozze i compagni di squadra, mi immagino Pulisic, Loftus-Cheek, Leao trarre beneficio dal calcio di Zirkzee, deve alzare l’asticella realizzativa per essere il centravanti titolare di una squadra con grandi ambizioni e in questo senso Dovbyk avrebbe sicuramente più gol di Zirkzee. Dovbyk è un cannoniere, è molto fisico e anche mobile e vi dico una cosa: secondo me potrebbe diventare più cattivo sotto porta perché ne segna tanti, ma ne sbaglia ancora qualcuno”.

Ultime news

Notizie correlate