Milan, Bianchin su Zirkzee: “Un dubbio di fondo c’è e riguarda il ruolo di Joshua”

I più letti

Davide Giovanzana
Nato in provincia nel 1997, Laureato in scienze della comunicazione. Ho studiato e lavorato con un solo obiettivo nella testa, rendere una passione il mio lavoro: raccontare il Milan alla gente del Milan. Ho un debole per le storie difficili e per gli underdog in tutti gli sport

Nella situazione tra il Milan e Joshua Zirkzee, per Luca Bianchin c’è “un dubbio di fondo” che riguarda commissioni e calciatore

Dopo gli esperti giornalisti di calciomercato Fabrizio Romano, Matteo Moretto e Gianluca Di Marzio, anche Luca Bianchin della Gazzetta dello Sport ha parlato della trattativa tra il Milan e Joshua Zirkzee per un possibile futuro in rossonero dell’olandese. Oltre all’inserimento (non recente) del Manchester United, il giornalista ha parlato di quello che ritiene “un dubbio di fondo” nella questione. Un dubbio che riguarda lo stesso Zirkzee.

Zirkzee, la priorità di calciomercato del Milan e lo United

Al momento, Joshua Zirkzee continua a restare la priorità di calciomercato per il Milan. La situazione per Bianchin è però entratain un cono di silenzio che probabilmente durerà per tutta la settimana“. Le posizioni dell’AD rossonero Giorgio Furlani e dell’agente del calciatore Kia Joorabchian sono le seguenti: “Kia: per prendere Zirkzee servono 15 milioni per le commissioni, oltre ai 40 della clausola da pagare al Bologna. Milan: noi 15 milioni di commissioni non le paghiamo né ora né in futuro“.

Nel documentare l’inserimento del Manchester United, il giornalista ha spiegato che l’idea degli inglesi non è nuova e risale a febbraio/marzo, prima che il Milan “mettesse la freccia“. Dopo questa “freccia” il club di via Aldo Rossi si sente ancora abbastanza in controllo della situazione, scrive il giornalista, forte anche della volontà del calciatore.

Il “dubbio di fondo”

Chiudendo, Bianchin ha aggiunto anche quello che ritiene “un dubbio di fondo” nella questione di calciomercato che non riguarda solo il Milan e Joshua Zirkzee. Per il giornalista, “le commissioni non sono mai solo una questione tra agente e club e il giocatore ha sempre un ruolo nella trattativa, economico e soprattutto strategico“. Per questo motivo, continua, “se Joorabchian non chiude con il Milan è anche perché Zirkzee, finora, ha preferito prendere tempo“. Ecco perché la situazione non riguarda solo i rossoneri e l’olandese: in questo scenario, il Bologna continua a sperare di avere una chance per trattenerlo al Dall’Ara per un’altra stagione.

Ultime news

Notizie correlate