Milan Primavera, dopo la rimonta la beffa: col Verona finisce 2-3

I più letti

Giacomo Todisco
Nato a Milano nel 1998, muove i primi passi nel mondo del giornalismo all' età di 20 anni. Con esperienza in campo sportivo in generale, sfrutta la sua passione per informarsi su gran parte del panorama calcistico. Appassionato di Premier League e Liga spagnola. Tifoso del Milan da sempre.

Delusione, rischio crollo, entusiasmo e beffa: altalena di emozioni per il Milan Primavera contro il Verona

Il Milan Primavera affrontava questo pomeriggio il Verona per il quindicesimo impegno stagionale in campionato. Rossoneri in campo al Puma House of Football per tentare di svoltare un periodo non particolarmente positivo dal punto di vista dei risultati. Una vittoria all’ultimo respiro contro il Genoa, una sconfitta (seppur ininfluente) a Newcastle per l’ultima del girone di Youth League e poi un pareggio nel derby contro l’Inter. Sfida nella quale è stato espulso un pilastro di Ignazio Abate come Adam Bakoune, che infatti oggi non ha potuto disputare per squalifica il match del Milan Primavera contro l’Hellas Verona.

UN TEMPO PER PARTE IN INTER-MILAN PRIMAVERA: NON BASTA LA MAGIA DI CUENCA

Gli 11 (condizionati da squalifiche e assenze)

Contro gli scaligeri, il tecnico ha scelto di riproporre 4/5 della difesa che ha affrontato i nerazzurri. Porta difesa ancora dal francese Raveyre, poi Magni, Parmiggiani e Malaspina accompagnavano il giovanissimo Estevan Gaucho (classe 2007). A centrocampo il terzetto estremamente offensivo formato da Bonomi, Cuenca e Sala, mentre davanti i soliti Sia e Scotti affiancavano il reintegrato Chaka Traoré. Chi invece è rimasto in prima squadra con Stefano Pioli è Kevin Zeroli, che questa sera sarà in panchina contro la Salernitana. Con lui anche Jan-Carlo Simic, Clinton Nsiala e Alex Jimenez, altrimenti titolari con Abate nelle ultime settimane.

SCONFITTA INDOLORE PER IL MILAN PRIMAVERA: ECCO IL 2008 COMOTTO!

Succede di tutto

La partita è un saliscendi di emozioni, perché nella prima mezzora sono addirittura due i gol subiti dai ragazzi di Abate, che si ritrovano sotto 0-2 e con la netta possibilità di vedersi costretti a rimontarne tre all’intervallo. Il rigore di Diao concesso per un ingenuo fallo di mano da parte di Parmiggiani, però, finisce sul palo. Un episodio che dà speranza al Milan Primavera, tanto da fargli trovare la forza di rimontare un Verona non più in controllo. Prima l’arcobaleno di Chaka Traoré, che su punizione firma l’1-2, poi la seconda rete milanista di Simmelhack, che devia in porta di tacco una conclusione rasoterra da fuori area. L’entusiasmo generale dall’85esimo in avanti si spegne incredibilmente nel recupero quando, con i rossoneri sbilanciati in avanti, il contropiede veronese porta al 2-3 finale.

Un vero peccato per la formazione di Abate, che ancora una volta ha dimostrato carattere e pazienza. Adesso, con la contemporanea vittoria dell’Inter sul Lecce, la cima della classifica si allontana.

CHI È OSSOLA, BOMBER DEL MILAN U17 DA RECORD!

SCORRI PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

Ultime news

Notizie correlate