Bianchin: “Milan-Verona, riposa Theo? Giroud, Okafor, Jovic…”

I più letti

Davide Giovanzana
Nato in provincia nel 1997, Laureato in scienze della comunicazione. Ho studiato e lavorato con un solo obiettivo nella testa, rendere una passione il mio lavoro: raccontare il Milan alla gente del Milan. Ho un debole per le storie difficili e per gli underdog in tutti gli sport

Luca Bianchin (Gazzetta dello Sport) conferma il “turnover bilanciato” che Stefano Pioli sta pensando per Milan-Verona: a riposo anche Theo Hernandez?

Col derby malamente perso contro l’Inter, il Milan ha dato il via a un mese di fuoco: dopo Newcastle e Verona (sabato ore 15:00), i rossoneri affronteranno Cagliari, Lazio, Borussia Dortmund e Genoa giocando di fatto due volte a settimana. Per questo motivo, le notizie che filtrano da Milanello vanno in una sola, unica direzione: quella del turnover. Mentre per alcune fonti Stefano Pioli sta pensando anche a cambi tattici oltre che di uomini, per la Gazzetta dello Sport il Milan scenderà in campo contro il Verona con un “turnover bilanciato“.

MILAN-VERONA, LA PROBABILE FORMAZIONE GIALLOBLU: OUT DOIG, DUE BALLOTTAGGI

Riposa anche Theo Hernandez?

Dopo aver anticipato l’ultima novità di formazione per Milan-Verona sul suo profilo Twitter ieri sera, il corrispondente rossonero per la Gazzetta dello Sport Luca Bianchin ha approfondito nell’edizione di oggi del quotidiano le ultime idee nella testa di Stefano Pioli. Dopo la sosta, il calendario si è fatto più fitto di impegni tra Serie A (con infrasettimanale) e Champions League: “Il Milan domani giocherà col Verona, mercoledì andrà a Cagliari, poi avrà Lazio in casa e due trasferte pre-pausa, in casa di Borussia Dortmund e Genoa. Le ultime tre partite prima della sosta, toste quanto basta, invitano Pioli a cambiare per avere i titolari in condizione nelle partite più difficili“.

A differenza dell’anno scorso, dove soprattutto nella seconda parte di stagione il turnover è stato più massiccio e più sbilanciato a causa di una rosa corta e della poca fiducia nelle riserve da parte dell’allenatore, per Milan-Verona mister Pioli pensa ad un “turnover bilanciato. Bianchin scrive: “In porta ci sarà Sportiello, con Maignan indisponibile ma ottimista. […] A destra, coppia americana: Musah e Pulisic, con Loftus-Cheek al primo riposo stagionale. Non solo, con Leao sicuro di giocare a sinistra, quasi sicuramente starà fuori anche un altro titolare per un provvidenziale riposo. Giroud? Possibile, con Okafor pronto all’esordio dal 1’. Jovic sarebbe il vice naturale ma ieri si è presentato e ha detto di non essere ancora al top. […] E allora, è probabile che a riposare sia Theo Hernandez: a sinistra è atteso Florenzi, vicino a Calabria, Thiaw e Tomori, confermati dal primo minuto“.

MILAN-VERONA, L’ARBITRO SARÀ MARCHETTI: L’UNICO PRECEDENTE FINÌ IN POLEMICA!

La veste tattica

Mentre per il quotidiano sportivo Rade Krunic dovrebbe partire per la sesta volta consecutiva dal primo minuto (è l’unico giocatore ad aver completato tutti i minuti a disposizione), nella serata di ieri il giornalista Daniele Longo (calciomercato.com) ha lanciato l’ipotesi di un cambio di veste tattica per Milan-Verona. Tijjani Reijnders, rimasto in panchina contro il Newcastle e subentrato nel secondo tempo, potrebbe prendere il posto del bosniaco come vertice basso del centrocampo del Milan contro il Verona. Anche se la Gazzetta dello Sport non parla di quest’ipotesi, rimane comunque l’idea che per il match contro gli scaligeri Stefano Pioli abbia in mente qualcosa di nuovo.

VERONA, BARONI IN CONFERENZA: “MILAN, COSI’ TI METTEREMO IN DIFFICOLTA’! ALIBI ZERO…”

SCORRI PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

milan verona bianchin theo hernandez

Ultime news

Notizie correlate