Milan, Van Basten su Berlusconi: ” Ci ha fatto capire come diventare numeri 1″

I più letti

Una delle leggende del Milan e del calcio in generale: le parole e gli aneddoti di Marco Van Basten su Silvio Berlusconi

Leggenda assoluta del Milan e del calcio, Marco Van Basten è stato intervistato dalla Gazzetta dello Sport a margine dell’evento di presentazione del libro “C’è solo un Presidente. Silvio Berlusconi, ritratto di un sognatore”. Qui ha inizialmente parlato della situazione attuale dei rossoneri, soffermandosi poi sulle caratteristiche di Leao e Reijnders, successivamente ha ricordato l’ex presidente del Diavolo scomparso ormai quasi unno fa. Con il Milan, Van Basten, ha praticamente vinto tutto, ma i continui problemi a una caviglia lo hanno costretto a ritirarsi prematuramente dal calcio giocato a soli 30 anni. Quell’attitudine da sognatore di Silvio Berlusconi che si legge nella seconda parte del titolo del libro, si percepisce ampiamente nelle parole dell’olandese.

Vincere e convincere, Barcellona ’89, vita e tattica

Inizia definendo Berlusconi come un presidente e un amico che gli ha insegnato a combattere, con la voglia costante di vincere e convincere: “Ci ha fatto capire come diventare numeri 1”. Poi ricorda i festeggiamenti direttamente in campo in occasione della sua prima Coppa dei Campioni vinta da Presidente contro la Steaua nel 1989: “Era il suo sogno”. Conclude con l’ammirazione verso il suo modo di vivere: “Ha vissuto tutta la vita al massimo. Ha fatto di tutto”. Le memorie delle storie interessanti raccontate il sabato a Milanello e le belle idee tattiche che suggeriva.

 

Ultime news

Notizie correlate