Verso Milan-Udinese: due ballottaggi, c’è Romero! Fuori un big?

I più letti

Giacomo Todisco
Nato a Milano nel 1998, muove i primi passi nel mondo del giornalismo all' età di 20 anni. Con esperienza in campo sportivo in generale, sfrutta la sua passione per informarsi su gran parte del panorama calcistico. Appassionato di Premier League e Liga spagnola. Tifoso del Milan da sempre.

Qualche novità nella probabile formazione di Milan-Udinese: prima da titolare per Romero! Pioli può cambiare più del previsto

Dopo la dura settimana che ha visto il Milan affrontare tre complicati avversari come Juventus, Paris Saint-Germain e Napoli, ecco che a San Siro arriva l’Udinese: vediamo la probabile formazione della squadra di Stefano Pioli per l’11ª di campionato. Considerando la notevole quantità di infortuni, e quindi di assenze, in casa rossonera, il tecnico è costretto a qualche scelta obbligata. In altri casi, invece, può sfruttare le rotazioni per fronteggiare al meglio anche PSG (martedì) e Lecce (sabato). Nell’edizione odierna di Tuttosport, si fanno delle ipotesi sulla formazione (appunto, probabile) del Milan contro l’Udinese.

IL GIOCATORE DELL’UDINESE: “NULLA DA PERDERE COL MILAN: MI MANCA IL GOL, NO?”

Romero all’esordio, c’è anche Simon Kjaer

Come anticipato, vista la certa assenza di Samuel Chukwueze, il quale ancora non è pronto e ieri ha svolto allenamento personalizzato, il quotidiano vede la forte possibilità di Luka Romero dal primo minuto. Christian Pulisic, il naturale custode della fascia destra offensiva del Diavolo, è alle prese da domenica con una contrattura agli adduttori che dovrebbe tenerlo fuori anche per la partita di sabato sera. Ecco, allora, che il 2004 ex Lazio scalda i motori per una maglia da titolare: sarebbe la prima volta in maglia rossonera. Difficile pensare a un adattamento di Okafor, che viene visto più come alternativa a Leao o, in altri casi, come prima punta. L’argentino, di fatto, avrà una grande chance per potersi mettere in mostra e sarà interessante vedere come reagirà in un momento in cui serve tornare alla vittoria dopo la sconfitta con la Juventus e il pareggio subito dal Napoli.

Quanto alla difesa, anche Simon Kjaer nella giornata di ieri si è allenato in maniera personalizzata, ma Tuttosport scrive che ha seguito un programma propedeutico al rientro in gruppo che dovrebbe avvenire tra oggi e domani. Dunque il danese, che aveva saltato la trasferta di Napoli per precauzione a causa di un affaticamento muscolare, va verso il recupero e la convocazione per la partita contro l’Udinese. Il bollettino medico di due giorni fa ha poi rivelato quanto siano stati gravi gli infortuni subiti da Pierre Kalulu e Marco Pellegrino. A questo proposito, Pioli ha aggregato alla prima squadra Jan-Carlo Simic.

PEDULLÀ: “JOVIC E ROMERO BOCCIATI: NON SONO DA MILAN!”

Occhio al centrocampo

I più grandi dubbi dell’allenatore di Parma, al momento, nascono per la mediana. È lì che la scelta è maggiore e l’occasione di ruotare gli interpreti è più ghiotta. Oltre al solito ballottaggio tra Adli e Krunic nel ruolo di regista, la riflessione coinvolge anche le mezzali. In particolare, mentre Ruben Loftus-Cheek sta ultimando il suo recupero per il PSG, domenica in campo può andare Tommaso Pobega. Addirittura, il giornale intravede una possibile titolarità dell’italiano nel posto occupato (da sempre) da Tijjani Reijnders. Musah, invece, pare certo di un tassello tra gli undici. In attacco, Leao non è in discussione. Il ballottaggio aperto è sul centravanti: Giroud o Jovic? 

UN DATO STATISTICO INCHIODA REIJNDERS: MILAN, SERVE DI PIU’?

SCORRI PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

milan udinese probabile formazione

Ultime news

Notizie correlate