Milan-Udinese, Di Marzio: “Manca uno come Brahim Diaz”

I più letti

Giacomo Mirandola
Residente in un paesino in provincia di Novara, nasce a Gallarate il 21 dicembre 1998, poche ore dopo Kylian Mbappé, con cui condivide la passione ma non il talento. Diplomato al liceo scientifico e laureato in Scienze della Comunicazione, la sua vita, alla costante ricerca di emozioni, lo ha portato a conoscere e ad appassionarsi a quasi tutti gli sport praticati sul pianeta. Giornalista, speaker e audiodescrittore all'occorrenza, fa questo lavoro per esigenza, non per scelta. Un solo obiettivo: trasmettere agli altri anche solo un parte delle emozioni che lo sport gli sa regalare ogni giorno.

Il giornalista ed opinionista Gianluca Di Marzio è intervenuto per commentare il momento del Milan dopo il ko con l’Udinese

Deludente sconfitta per il Milan di Stefano Pioli, che cade in casa contro l’Udinese (al primo successo in questa Serie A) e non riesce ad uscire dalla settimana infernale appena trascorsa. Nelle ultime 4, tra campionato e Champions League, è arrivato un solo pareggio, contro il Napoli. Le reti messe a segno sono solo due, la doppietta di Giroud proprio al Maradona. Quelle subite, invece, sono 7. Il tracollo dei ragazzi di Pioli è sorprendente, soprattutto se si pensa all’inizio della stagione. Prima della sosta, infatti, i rossoneri avevano perso una solo partita, il derby contro l’Inter. Tutto il resto, però, era parso molto positivo, con la vetta solitaria della classifica di Serie A. Anche in Champions League erano arrivate due prestazioni buone contro Newcastle e Borussia Dortmund, che avevano però acceso qualche spia di allarme in merito ai gol realizzati. In entrambe le sfide, infatti, l’offensiva era stata ottima, con moltissime chance da rete create. Dopo la sosta, invece, sembra esere cambiato tutto.

MILAN-UDINESE, CONDÒ: “È CRISI. 6 PUNTI DALL’INTER…”

Di Marzio: “Fondamentale recuperare gli infortunati”

Ma quali possono essere i motivi di questo tracollo? Il giornalista, opinionista ed esperto di calciomercato Gianluca Di Marzio ha provato a dare una spiegazione. Intervenuto ai microfoni di Sky Sport nel post partita di Milan-Udinese, il giornalista ha dato la sua opinione, sostenendo che i rossoneri siano privi di un giocatore paragonabile, per caratteristiche, a Brahim Diaz e che possa fare ciò che lo spagnolo faceva lo scorso anno: “Ora è fondamentale recuperare gli infortunati. Ne mancano ancora 6/7 di titolari. Non sono alibi ma sono veramente tanti gli assenti. Intanto recuperare loro, poi al mercato mancano due mesi perché non puoi prendere un giocatore ora. Devi capire quali sono le esigenze: il difensore per forza perché si è fatto male Kalulu, poi un altro attaccante. Manca secondo me un giocatore come Brahim Diaz l’anno scorso, capace di creare superiorità e saltare l’uomo a campo aperto“.

MILAN-UDINESE, VOCALELLI: “MOMENTO CHE SEGNA UN CAMPIONATO. I FISCHI SANNO DI SENTENZA”

Costacurta: “Questa sconfitta preoccupa più delle altre”

Presente anche lui negli studi di Sky Sport, l’ex calciatore del Milan Billy Costacurta ha commentato la sconfitta casalinga dei rossoneri, e dalla sue dichiarazioni si percepisce un certo pessimismo: “Questa è veramente la partita più piatta. Con la Juve tu dopo 25/30 minuti avevi perso un uomo, e poi quella mezzora era stata buona. Con il PSG puoi perdere, contro una squadra così forte e giocando una mezzora in quella maniera. A Napoli secondo me hai fatto bene il primo tempo e anche un pochino di più. Quella di oggi, in realtà, preoccupa molto. Per me preoccupa molto molto di più: soprattutto nella fase offensiva, non hai nulla dagli altri. Nulla. Non hai veramente nulla, perché per fortuna che c’è Leao che ogni tanto si inventa qualcosa. Poi veniamo da Giroud a Napoli, ma per il resto non hai nulla. E questa secondo me è la cosa più preoccupante proprio nel momento in cui devi cominciare a vincere”.

ORDINE DOPO MILAN-UDINESE: “TROVATA BISLACCA, STATO CONFUSIONALE”

SCORRI PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

Milan Udinese

Ultime news

Notizie correlate