Milan, Trevisani: “Problemi di tifo, non reali” Poi difende Pioli

I più letti

Intervenuto a Cronache di Spogliatoio, Riccardo Trevisani ha parlato del momento e della stagione del Milan, concentrandosi anche sull’umore dei tifosi

Dopo la partita contro l’Empoli, vinta di misura dal Milan in preparazione al ritorno contro lo Slavia Praga, Riccardo Trevisani ha voluto fare il punto della situazione sul club rossonero. Il telecronista, in onda a Cronache di Spogliatoio per Fontana di Trevi”, ha parlato di Stefano Pioli della stagione in generale e del motivo per cui, secondo lui, l’umore dei tifosi del Milan sia negativo nonostante i buoni risultati di questo 2024.

“Sono problemi di tifo, non reali”

Sulla stagione in generale: “Il Milan è secondo in campionato, sta facendo il suo percorso in Europa League ed è uscito in Champions League in un girone complicatissimo per un rigore inesistente dato al PSG. La vera delusione è la Coppa Italia, perché non puoi farti rimontare così e dimostrare per l’ennesimo anno di snobbare la competizione. Ci sono cose fatte bene e cose fatte male, non è tutto una mitragliata”.

Sul perché l’ambiente sia così negativo: “I risultati e le sconfitte vanno analizzati, il -16 dall’Inter è dato dal fatto che i nerazzurri stanno tenendo un cammino pazzesco che in proiezione va oltre i 100 punti. Il problema dei tifosi è il distacco dai cugini, oltre ai cinque derby persi. Ma questi non sono problemi reali, bensì di tifo. Oltretutto, per la Champions League si dovrebbe gridare allo scandalo per quel rigore, e invece ci si arrabbia con Pioli“.

Ultime news

Notizie correlate