Milan, Trevisani: “Leao, giudizio come a scuola. Ora c’è questo rischio”

I più letti

Andrea Rabbi
Nato sul Lago di Garda alla fine del 1998, laureato in Editoria e Giornalismo. Ho da sempre coltivato il sogno che il calcio entrasse a far parte stabilmente della mia vita professionale, e poter iniziare questo percorso scrivendo della mia squadra del cuore è sicuramente motivo di grande orgoglio. Cresciuto accompagnato dalle gesta del grande Kakà, vago da tempo alla ricerca di un degno erede in maglia rossonera

Riccardo Trevisani si è espresso sull’inizio di Europeo del numero 10 del Milan Rafael Leao con la maglia del Portogallo

Intervenuto in diretta sul canale Youtube di Cronache di Spogliatoio durante la trasmissione “EuroCronache“, Riccardo Trevisani ha commentato la prova dell’ala portoghese del Milan Rafael Leao contro la Turchia. Queste le sue parole sull’ultima prestazione e sull’avvio di torneo.

Le parole di Trevisani

“Non ha fatto grandi cose, non ha fatto secondo me nemmeno così male. Nel complesso deve sempre fare di più, è sempre quello che a scuola i genitori vanno e la pagella è ‘bravo ma non si applica’. Oggi è incidente nella prima mezz’ora, come l’altra volta, con l’azione dell’1-0. Prende la solita ammonizione sciocca e credo che giustamente Martinez sistema la questione con un tentativo di vedere Pedro Neto in vista della prossima partita, in cui Leao sarà squalificato. La prima cosa che ho pensato è che rischia la panchina agli ottavi, ma sarebbe una scelta giusta se tutte le altre scelte di Martinez fossero giuste…”

Ultime news

Notizie correlate