Milan, Trevisani provoca: “Chukwueze top 10 al mondo” Borghi risponde

I più letti

Nella puntata di ieri sera di Taconazo, Stefano Borghi e Riccardo Trevisani hanno parlato a lungo di Chukwueze: l’esterno del Milan da sempre divide i due telecronisti

Ieri sera sul canale Youtube di Cronache di Spogliatoio è andato in onda un episodio speciale di Taconazo, con Stefano Borghi e Riccardo Trevisani. I due hanno parlato parecchio di Milan e di un argomento che da tempo li divide: Samuel Chukwueze. Se per il primo si tratta di un talento cristallino, il secondo non ha mai fatto segreto di reputare il suo acquisto, a quelle cifre, sbagliato.

Valutazioni opposte

Il primo siparietto avviene quando, parlando dell’esterno del Milan Samuel Chukwueze, Riccardo Trevisani provoca Borghi: “Per te è uno dei migliori 10 talenti al mondo“. A questa affermazione arriva prontamente la risposta del collega: “Secondo me ha del potenziale significativo non espresso minimamente fino ad ora. Se mi dici che lo considero uno dei migliori 10 talenti al mondo ti dico che per me al momento è una delle 10 delusioni dell’anno. Mi aspetto quello che gli ho visto fare nel Villareal. Ma le motivazioni, entrambe per colpa sua, sono due: deve imparare a soffrire e impegnarsi di più, avere più fame e cattiveria. e pioli l’ha fatto capire. Inoltre tatticamente deve mettersi nelle condizioni di prendere credibilità, cosa non facile al Milan.

Trevisani prosegue: “Gli do anche delle attenuanti: è stato infortunato, Pulisic ha fatto il suo miglior anno di sempre e non gli potevi togliere il posto. Ribadisco che l’operazione da 30 milioni per me è esagerata, nonostante nelle mie previsioni pensavo facesse anche meglio. Io i soldi di Chukwueze me li tenevo in saccoccia, mi tenevo Saelemaekers in quel ruolo e investivo per una punta migliore di Jovic.” Sempre sul tema che riguarda prezzo, allora interviene Borghi che cerca di fare una valutazione diversa: “esci dal discorso che si tratta di lui. L’anno scorso doppia cifra di goal e assist in tutte le competizioni. Ha 24 anni e margine di crescita, esterno d’attacco, ottimi numeri e respiro internazionale. Alla fine per quel tipo di stagione 30 milioni non sono una cifra esorbitante.”

Ultime news

Notizie correlate