Milan, Trevisani: “5 anni di Pioli, voto altissimo. Vedremo chi farà meglio”

I più letti

Andrea Rabbi
Nato sul Lago di Garda alla fine del 1998, laureato in Editoria e Giornalismo. Ho da sempre coltivato il sogno che il calcio entrasse a far parte stabilmente della mia vita professionale, e poter iniziare questo percorso scrivendo della mia squadra del cuore è sicuramente motivo di grande orgoglio. Cresciuto accompagnato dalle gesta del grande Kakà, vago da tempo alla ricerca di un degno erede in maglia rossonera

Intervenuto a Pressing, Riccardo Trevisani ha commentato la protesta dei tifosi e l’operato di Pioli sulla panchina del Milan

In diretta durante la trasmissione Pressing, Riccardo Trevisani ha valutato complessivamente l’esperienza di Stefano Pioli alla guida del Milan soffermandosi anche su quest’ultima, complicata stagione.

Le parole di Trevisani

“Io continuo a pensare che la stagione del Milan venga vista peggio di come è, perché esci in Champions con due squadre che stanno in semifinale di Champions League, esce in Coppa Italia con la squadra che è in finale di Coppa Italia, arriva 2° in Campionato e tutto questo viene acuito dal fatto che l’Inter è più forte, ha 18 punti in più, ha vinto tutti i derby e quindi il tifoso da questo punto di vista si incavola, però il complesso e il quadro non va secondo me dimenticato. Ci sono stati degli errori quest’anno? Sì, ma il quinquennio lo puoi mettere solo da 8,5 a salire come votazione. Non lo puoi cambiare.

Mi sembra una protesta, un po’ più ampia che solo a Pioli, questa protesta è a 360° anche per il tipo di nomi che sono usciti in sostituzione del loro male assoluto che è Pioli, poi vedremo quanti allenatori faranno più di 80 punti, quanti vinceranno lo Scudetto, quanti faranno la semifinale di Champions League”.

Ultime news

Notizie correlate