Milan, i tre anni di Olivier Giroud: come “si è girata” una bella storia

I più letti

Oggi è un giorno particolare per il Milan, tra pochi minuti Olivier Giroud annuncerà il suo addio: ripercorriamo i suoi tre anni in rossonero

Una storia d’amore iniziata fin troppo bene quella tra il Milan e Olivier Giroud e che neanche questo finale complicato può rovinare. Sul suo profilo Instagram, l’attaccante francese ha anticipato una sua intervista che uscirà alle ore 16 e dove con ogni probabilità annuncerà il suo addio a fine stagione. Il Milan, che ormai da mesi è alla ricerca del prossimo allenatore e ancora spera in Antonio Conte, contemporaneamente sonda diversi attaccanti perché si prepara a salutare Olivier Giroud dopo tre anni. Il 9 francese ha definitivamente interrotto la striscia negativa che ha accompagnato questo numero dopo l’addio di Pippo Inzaghi. Pato, Matri, Torres, Destro, Luiz Adriano, Lapadula, André Silva, Higuain, Piatek e Mandzukic: per 10 anni, nessuno prima di lui era riuscito a sfatare quella che era diventata una vera e propria maledizione.

Tante gioie, Scudetto, tormentone: un rapporto fantastico con i tifosi

Il francese approda al Milan il 17 luglio 2021, l’anno della rinascita per i rossoneri. Dopo un avvio complicato, nella seconda parte della stagione risulta il giocatore più decisivo della rosa. Il momento più alto della sua esperienza è sicuramente la doppietta all’Inter risultata poi decisiva per la conquista dello Scudetto. Nasce il tormentone “si è girato Giroud”. Chiuderà la sua prima stagione al Diavolo con 14 gol in 38 partite, diventando il più anziano a raggiungere la doppia cifra al primo anno in Serie A. L’anno successivo raggiunge con i rossoneri quota 300 gol in carriera grazie alla rete contro il Bologna. Malgrado un rendimento costante in zona realizzativa non riuscirà a conquistare nessun trofeo. In questo suo ultimo anno ha fatto valere la sua leadership sia in campo (miglior stagione al Milan sia per numero di gol che di assist) che nello spogliatoio. Un finale di avventura che purtroppo è coinciso con il periodo più complicato della storia rossonera recente. Il Milan certamente perderà una della sue colonne.

 

Ultime news

Notizie correlate