Juric: “Milan? Oggi non c’è stata competizione! Il divario con loro…”

I più letti

Andrea Rabbi
Nato sul Lago di Garda alla fine del 1998, laureato in Editoria e Giornalismo. Ho da sempre coltivato il sogno che il calcio entrasse a far parte stabilmente della mia vita professionale, e poter iniziare questo percorso scrivendo della mia squadra del cuore è sicuramente motivo di grande orgoglio. Cresciuto accompagnato dalle gesta del grande Kakà, vago da tempo alla ricerca di un degno erede in maglia rossonera

L’allenatore del Torino Ivan Juric ha commentato in questo modo la sconfitta contro il Milan durante la conferenza stampa postpartita

Vittoria per 4-1 del Milan sul Torino di Ivan Juric nell’anticipo di ieri sera, valido per la seconda giornata di Serie A. Debutto stagionale a San Siro coi fiocchi dei rossoneri, convincenti e autori di un’ottima prestazione. Proprio il tecnico granata Juric ha così commentato nella consueta conferenza stampa postpartita la sconfitta del suo Torino contro il Milan.

Juric su Milan-Torino

Cosa è successo oggi?

“Divario enorme, non c’è stata partita, differenza abissale tra le due squadre. È la prima volta che il mio Torino fa una partita del genere: divario di gambe, di velocità, di forza enorme”.

Che partita è stata?

“La partita è stata molto uomo a uomo. Non c’è stata partita. Divario grande”.

Giusti i rigori per il Milan?

“Non voglio parlare di arbitri quando perdi una partita del genere”.

Juric sul Torino

Cosa la preoccupa?

“Squadre come la nostra devono andare sempre al massimo. In questo momento ci sono ragazzi che rendono molto di meno e quando i giocatori normali rendono di meno si hanno serate come stasera. Basta abbassare un po’ il livello e rischi di brutto. Abbiamo ragazzi che in questo momento per varie ragioni non sono al massimo della forma”.

Come è la sua squadra?

“La squadra è come l’anno scorso, senza Miranchuk, un quinto e Djidji. Siamo gli stessi, ma meno forti dell’anno scorso. Non siamo migliorati, le debolezze sono rimaste le stesse”.

Juric sul Milan

Contro il Milan avete sempre fatto molto bene…

“Abbiamo sempre fatto belle partite contro il Milan, ma oggi mi è saltato all’occhio il fatto che il Milan abbia messo in squadra giocatori di gamba, europei, forti. Djidji ci poteva servire oggi, ma mi aspettavo tutta un’altra cosa…”.

Che idea si è fatto del Milan?

“Ho visto ciò che hanno fatto in amichevole: hanno perso 2 giocatori e ne hanno messi 6 europei, molto forti, molta gamba, tecnica buona, che giocano a ritmi elevati. In questo momento li vedo nettamente più forti dell’anno scorso. Theo e Leao sono maturati, è questa la sensazione”.

Juric a DAZN

Ecco invece le parole, molto simili alle precedenti, rilasciate dal tecnico granata nel postpartita ai microfoni di DAZN.

Sul divario tra le due squadre: “Gli episodi arbitrali non li voglio neanche commentare perché il divario è stato veramente enorme e per la prima volta in questi due anni ho visto la mia squadra nettamente inferiore agli avversari”.

È un problema di approccio? “Ho visto una gamba totalmente diversa. Si poteva giocare meglio tecnicamente, ma ho visto un divario enorme nella velocità, nell’accelerazione, nella forza fisica, nella tecnica. In tutto praticamente”.

Il Torino però a San Siro ha sempre fatto ottime partite: “La peggior partita da quando sono allenatore del Toro. L’anno scorso abbiamo battuto il Milan due volte meritatamente. Oggi non c’è stata competizione”.

Da cosa dovete ripartire? “Devo rivedere bene la partita, analizzarla e poi prendere le decisioni giuste perché oggi è stato un bruttissimo segnale”.

ARTICOLI CORRELATI
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

Segui la nostra pagina Facebook per non perderti nulla di quello che succede nel mondo Milan!
Iscriviti al nostro canale Youtube per non perderti tutte le nostre dirette e i contenuti esclusivi!

Scarica QUI la nostra app per dispositivi Android. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!
Scarica QUI la nostra app per dispositivi IOS. Rimani sempre aggiornato sulla tua squadra del cuore!

Milan Torino Juric

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultime news

Notizie correlate