Milan, Agresti rivela: “Telefonate fino all’ultimo per Thiago Motta, ma lui…”

I più letti

Davide Giovanzana
Nato in provincia nel 1997, Laureato in scienze della comunicazione. Ho studiato e lavorato con un solo obiettivo nella testa, rendere una passione il mio lavoro: raccontare il Milan alla gente del Milan. Ho un debole per le storie difficili e per gli underdog in tutti gli sport

Fino a pochi giorni fa, il Milan ha tentato di convincere Thiago Motta, già promesso sposo della Juventus: il racconto del giornalista

Mentre in casa Milan è arrivato il comunicato dell’addio al club di Stefano Pioli, la Juventus aspetta di comunicare ufficialmente il nuovo allenatore bianconero: Thiago Motta. In un video pubblicato sul suo canale Youtube, il giornalista Romero Agresti, molto vicino alle vicende della Juventus, ha raccontato i tentativi fino all’ultimo del Milan di convincere Thiago Motta a scegliere il progetto rossonero.

I retroscena

LA SCELTA DELLA JUVENTUS – “Da gennaio, tutta la Juventus è andata decisa su Thiago Motta, sempre stato il piano A per la panchina bianconera. All’interno della società non ci sono più anime, nessuno ha mai cercato Antonio Conte. E’ Cristiano Giuntoli ad aver deciso il nuovo allenatore dopo la firma sul contratto quinquennale, gli altri dirigenti della Juventus hanno appoggiato la sua decisione. Non ci sono state più correnti”.

IL MILAN E THIAGO MOTTA – “Si è parlato di eventuali interessamenti di società straniere per Thiago Motta, ma da quello che ho ricostruito c’è stato un club che ha tentato fino alla fine, più volte, di far saltare questo accordo. Questo club è il Milan. Le telefonate, importanti, non sono mancate fino a qualche settimana fa. Evidentemente, Thiago Motta è una persona di parola e quella parola data alla Juventus l’ha rispettata. Credo che sia abbastanza normale, i progetti di Juventus e Milan secondo me sono molto simili nella concezione della proprietà”.

Ultime news

Notizie correlate