Milan, Theo Hernandez assenza pesante: cosa dicono i numeri

I più letti

Andrea Rabbi
Nato sul Lago di Garda alla fine del 1998, laureato in Editoria e Giornalismo. Ho da sempre coltivato il sogno che il calcio entrasse a far parte stabilmente della mia vita professionale, e poter iniziare questo percorso scrivendo della mia squadra del cuore è sicuramente motivo di grande orgoglio. Cresciuto accompagnato dalle gesta del grande Kakà, vago da tempo alla ricerca di un degno erede in maglia rossonera

Intervenuto da Milanello per Sky Sport, Peppe Di Stefano ha sottolineato lo scarso rendimento del Milan senza Theo Hernandez negli ultimi due anni

Nella complicata trasferta di Firenze, il Milan dovrà fare a meno di Theo Hernandez alla luce della discussa squalifica rimediata dal terzino francese dopo il giallo per l’esultanza di Verona. Intervenuto da Milanello per Sky Sport, Peppe Di Stefano ha sottolineato lo scarso rendimento del Milan senza Theo Hernandez negli ultimi due anni.

I numeri senza Theo

“L’assenza di Theo Hernandez si farà sentire tanto. Tra l’altro non sarà l’unica, ma è da considerare quasi come certa anche quella di Simon Kjaer, che oggi si è allenato a parte e quella di Pierre Kalulu che si è fatto male in occasione della partita contro il Verona. C’è un po’ di emergenza in fase difensiva, con Stefano Pioli costretto a ripescare dalla Primavera Bartesaghi e di fatto anche Simic, perchè i centrali a disposizione sono soltanto tre (oltre a Tomori, c’è Gabbia e Thiaw). Come terzini ci sono Calabria e Florenzi, non Jimenez perchè infortunato. In mezzo al campo e in attacco invece il Milan ha tante risorse.

Quella di Theo è un’assenza che pesa, lo dicono anche i numeri. Negli ultimi due anni ha saltato 10 partite e queste 10 il Milan ne ha vinto solo 2. E’ un giocatore che fa gol, un giocatore che realizza assist, un giocatore totale”.

Ultime news

Notizie correlate