Milan, la “super” Champions League vale 2,5 miliardi: i possibili ricavi

I più letti

Il Milan fa i conti con i ricavi della nuova “super” Champions League: quanto guadagneranno i rossoneri, il merito supera la storia

Quella a cui Milan parteciperà grazie al secondo posto raggiunto in campionato sarà la Champions League più ricca di sempre. I numeri che si leggono sul Corriere della Sera sono impressionanti: la nuova “super” competizione europea ha un montepremi complessivo di 2,5 miliardi di euro, significa 500 milioni in più rispetto alla versione precedente. Inter, Milan, Juventus e Atalanta guadagneranno dai 50 ai 55 milioni per la sola partecipazione alla Champions League, leggermente meno il Bologna che paga il ranking storico. Una pioggia d’oro che non finisce qui.

Cambia il sistema, ecco tutti i ricavi

Messa a referto la premessa legata alla sola partecipazione, i ricavi cresceranno ulteriormente: ogni vittoria nel girone vale 2 milioni di euro, una somma che aumenterà in base ai risultati. Chi alzerà la coppa dalle grandi orecchie può arrivare ad incassare tra 100 e 150 milioni. A questi bisogna aggiungere i cospicui guadagni legati al botteghino e alle sponsorizzazioni. Cambia format e cambia anche il sistema di distribuzione dei ricavi alle 36 squadre, con il merito che prevarrà sulla storia: esso darà maggiore importanza alla partecipazione e ai risultati, rispettivamente in crescita del 2,5% e del 7,5%, a discapito del market pool e del ranking storico che verranno accorpati e ridotti del 10%.

Ultime news

Notizie correlate