Chi è Strahinja Pavlovic: fisicità e piede mancino al servizio del Milan

I più letti

Perno del Salisburgo e titolare della nazionale serba: andiamo alla scoperta di Strahinja Pavlovic, il difensore che tanto piace al Milan

Questa mattina La Gazzetta dello Sport ha parlato dell’interessamento del Milan per il difensore centrale mancino Strahinja Pavlovic. Attraverso un focus sulle sue caratteristiche cerchiamo di capire cosa potrebbe portare al reparto arretrato di Paulo Fonseca e come potrebbe incastrarsi nel sistema di gioco rossonero. Chili, centimetri e soprattutto piede mancino, caratteristica mancante al momento al Milan.

Un gigante per la difesa

Nato nel 2001 in Serbia, Strahinja Pavlovic ha già maturato una certa esperienza a livello calcistico: cresciuto nel Partizan di Belgrado e acquistato ad appena 19 anni dal Monaco, il difensore due due prestiti in Belgio e Svizzera si è poi trasferito nel 2022 al Salisburgo. Di piede mancino e dotato di una grande fisicità (1.94m), il centrale serbo potrebbe portare delle novità al reparto rossonero. Nell’ultima stagione si è distino per contrasti (2.19/90min) e duelli aerei vinti (2.74 a partita), oltre ad essere un difensore portato al dribbling (0.73/90 min), come riportato da fbref.com. In nazionale gioca da centrale di sinistra  di una difesa a 3 al fianco di Milenkovic e Veljikovic. Nelle ultime due stagioni di Bundesliga ha messo a referto anche 4 gol e 4 assist, come sono 4 le reti segnate in nazionale.

Pavlovic potrebbe dunque sostituire Malick Thiaw, cercato dal Newcastle, e portare novità tecniche al reparto difensivo del Milan. Il centrale mancino di piede è un tormentone di questo calciomercato, e i profili di Diogo Leite e Kiwior, oltre a Brassier e Buongiorno vanno in questa direzione. Bravo anche nell’uno contro uno, come dimostrato contro l’Inghilterra in marcatura su Bukayo Saka, il suo profilo delinea una certa duttilità. Secondo transfermarkt.com il valore di Pavlovic è di 25 milioni di euro, e come riportato da Gazzetta, il costo del cartellino potrebbe aggirarsi intorno a quella cifra, in virtù anche dei buoni rapporti con la società austriaca.

Ultime news

Notizie correlate