Sabatini: “Milan, non è il Superbowl di Pioli” E cita i tifosi

I più letti

Sandro Sabatini difende la posizione di Stefano Pioli spiegando che solo il derby non può incidere sul suo futuro sulla panchina del Milan

Sandro Sabatini si schiera dalla parte di Stefano Pioli provando a spiegare ai tifosi del Milan che il derby non può pregiudicare tutto il suo lavoro. Durante l’appuntamento di Pressing sui canali Mediaset si è acceso un dibattito sulla conferma del tecnico emiliano, in cui il noto giornalista ha espresso la propria opinione a riguardo.

Le parole sull’allenatore rossonero

Sabatini ha parlato cosi dell’allenatore del Milan Stefano Pioli e il suo rapporto con i derby ai tifosi rossoneri: “Se i tifosi del Milan pensano che la bravura, la forza, la capacità di un allenatore dipendano da un partita… Sì, è il derby. Ma è comunque una partita. Io non sto giustificando il fatto che in tutti i derby giocati potesse fare più bella figura. Nell’ultimo si consegnò a Inzaghi. Però non puoi considerare quella partita come fosse il Superbowl di Pioli, perché è quanto di meno programmato, di meno coerente e di meno calcistico si possa fare. La storia, anche quando non c’erano i telefonini, insegna di non dare sempre retta ai tifosi. Un anno prima di iniziare a vincere, i tifosi dell’Inter fecero uno striscione: ‘Non sappiamo più come insultarvi”.

Ultime news

Notizie correlate