Milan-Slavia Praga, Pioli snobba Trpisovsky, lui va sotto la curva

I più letti

Giacomo Todisco
Nato a Milano nel 1998, muove i primi passi nel mondo del giornalismo all' età di 20 anni. Con esperienza in campo sportivo in generale, sfrutta la sua passione per informarsi su gran parte del panorama calcistico. Appassionato di Premier League e Liga spagnola. Tifoso del Milan da sempre.

Un retroscena dal post Milan-Slavia Praga direttamente da San Siro: due immagini di Stefano Pioli e Jindrich Trpisovsky

Il Milan vince a San Siro l’andata degli ottavi di Europa League contro lo Slavia Praga, ma il 4-2 in favore di Stefano Pioli non soddisfa a pieno il pubblico rossonero. Dal post partita, più precisamente pochi istanti dopo il triplice fischio, emergono due retroscena curiosi sul tecnico rossonero e quello avversario, Jindrich Trpisovsky.

Il primo riguarda il mancato saluto di Pioli al ceco, colto in pieno dalle telecamere di Sky Sport. Alla fine del match si nota l’allenatore del Milan dirigersi verso gli spogliatoi senza passare a stringere la mano al rivale, che se ne accorge e rimane interdetto.

Poi, orgoglioso e soprattutto fiducioso in vista del match di ritorno, Trpisovsky scivola festante sul campo verso il settore ospiti occupato dai tifosi dello Slavia Praga. Il tutto a margine di un “rito” della squadra ceca, che prevede i giocatori inginocchiati di fianco alla porta e rivolti ai propri tifosi. Il coro è condiviso da tutto l’ambiente.

Ultime news

Notizie correlate