Milan-Slavia Praga, Ordine esalta l'”altra cultura” di Pulisic: “Sana abitudine”

I più letti

Giacomo Mirandola
Residente in un paesino in provincia di Novara, nasce a Gallarate il 21 dicembre 1998, poche ore dopo Kylian Mbappé, con cui condivide la passione ma non il talento. Diplomato al liceo scientifico e laureato in Scienze della Comunicazione, la sua vita, alla costante ricerca di emozioni, lo ha portato a conoscere e ad appassionarsi a quasi tutti gli sport praticati sul pianeta. Giornalista, speaker e audiodescrittore all'occorrenza, fa questo lavoro per esigenza, non per scelta. Un solo obiettivo: trasmettere agli altri anche solo un parte delle emozioni che lo sport gli sa regalare ogni giorno.

Il giornalista Franco Ordine ha voluto esaltare le parole di Christian Pulisic al termine della sfida tra Milan e Slavia Praga

Ieri il Milan si è imposto contro lo Slavia Praga nella gara di andata degli ottavi di finale di Europa League. Certamente non la miglior partita stagionale dei rossoneri, che si sono imposti 4-2 anche grazie alla superiorità numerica, arrivata al minuto 26. Nonostante l’uomo in più, però, i rossoneri hanno messo in campo una prestazione tutt’altro che eccellente e Christian Pulisic lo ha voluto far notare nel post partita.

Il pensiero di Pulisic

Nel postpartita di Milan-Slavia Praga, Pulisic è stato molto onesto nell’analisi della gara: “Non siamo felici, abbiamo concesso troppo a una squadra in inferiorità numerica”.

L’elogio di Franco Ordine

Sul suo profilo ufficiale X, il giornalista Franco Ordine ha voluto pubblicamente congratularsi e complimentarsi con Pulisic per questa sincera e schietta analisi. Le parole di Ordine: “Se non si introduce questa sana abitudine di definire con gli aggettivi giusti prestazioni gravemente insufficienti mai migliorerà il livello del nostro calcio paesano. Applausi a Pulisic, si coglie al volo la provenienza da altra cultura”.

Ultime news

Notizie correlate