Milan, Slavia Praga e confessione: quando Leao fece impazzire Coufal

I più letti

Giacomo Todisco
Nato a Milano nel 1998, muove i primi passi nel mondo del giornalismo all' età di 20 anni. Con esperienza in campo sportivo in generale, sfrutta la sua passione per informarsi su gran parte del panorama calcistico. Appassionato di Premier League e Liga spagnola. Tifoso del Milan da sempre.

Prima di Milan-Slavia Praga la confessione di Jindrich Trpisovsky: “Per Coufal la sua peggior partita è stata contro Leao”

Lo scorso venerdì si è avuto l’esito del sorteggio di Nyon per il Milan in Europa League: agli ottavi di finale affronterà lo Slavia Praga. Mentre per i rossoneri hanno commentato l’accoppiamento Franco Baresi, Matteo Gabbia e Stefano Pioli, per i cechi ha parlato l’allenatore Trpisovsky. Il tecnico della squadra rivale dello Sparta si è reso protagonista di un simpatico retroscena avvenuto tra lui e il terzino del West Ham Vladimir Coufal e che riguarda un confronto tra nazionali Portogallo e Repubblica Ceca.

MILAN, COSA TEMERE DELLO SLAVIA PRAGA? TRA VALORE E RENDIMENTO

La confessione… rivelata

In panchina con lo Slavia dal 2018, Trpisovsky ha allenato l’attuale giocatore di Premier League per 2 anni e mezzo (fino all’ottobre 2020). Lo stesso, evidentemente rimasto in contatto con il suo ex manager, gli ha confessato di aver dato il suo peggio proprio in un confronto con Rafa Leao. Questo quanto ha riportato ieri l’allenatore: “Mi ha detto che è uno dei giocatori contro cui ha giocato peggio in tutta la sua carriera“. Un curioso intreccio che ci riporta al settembre 2022, poco dopo che Rafa alzò il 19° Scudetto del Milan.

MILAN-SLAVIA PRAGA, BARESI: “LORO SOLIDI, NOI SUBIAMO TROPPO E SERVE DI PIÙ”

Il precedente in Nazionale

La partita a cui fa riferimento il terzino della Repubblica Ceca è di Nations League svoltasi proprio a Praga. Il Portogallo trionfa per 4-0, Leao gioca 67′ e tanto basta per mettersi in mostra agli occhi del suo diretto avversario in fascia. Il primo squillo arriva già al 33′, quando gioca al centro l’assist vincente per l’ex compagno rossonero Diogo Dalot. Da lì in poi colleziona 4 cross vincenti, qualche dribbling e i soliti strappi in avanti. Evidentemente, abbastanza per il ceco per considerarlo un giocatore di livello.

Un giudizio che, tra l’altro, acquisisce valore se dato da chi in Premier League affronta ogni stagione avversari come Sterling, Rashford, Luis Diaz e molti altri. A ogni modo, chissà che Coufal e Leao non potranno sfidarsi nuovamente ai quarti di Europa League, se West Ham e Milan saranno così bravi da superare gli scogli Friburgo e Slavia Praga.

Ultime news

Notizie correlate