Milan-Slavia Praga, Ordine: “I fischi di San Siro vogliono dire questo”

I più letti

Lorenzo Iadevaia
Classe 1996, appassionato a 360 gradi di calcio, sport con uno spiccato interesse per il campo della comunicazione, dell'informazione e dei media, è cresciuto professionalmente nelle web radio con sede in Toscana tra Prato e Firenze come speaker in programmi radiofonici e rubriche sportive e come web editor di un portale di informazione prima di approdare a Radio Rossonera in qualità di redattore del sito web e ritornare a occuparsi di calcio seguendo le notizie del mondo Milan. L’attenzione allo scenario social e il desiderio di essere sempre informato e aggiornato sono le caratteristiche che lo contraddistinguono.

I fischi di San Siro valutano la prova del Milan con lo Slavia Praga: il giudizio di Ordine

Franco Ordine su Il Giornale ha commentato la serata di San Siro, con i fischi alla squadra, tra Milan e Slavia Praga che ha evidenziato le due “sicurezze”: le improbabili trattative sull’assetto azionario del Club e i rossoneri di Pioli “inguardabili nel gioco” in superiorità numerica sugli avversari di livello minore. Il risultato finale sono stati i fischi di San Siro deluso da quanto visto in campo, solo 4 lampi di luce, due di questi partiti dalle magie di Leao. Qui la disamina di Ordine.

I due aspetti emersi da Milan-Slavia Praga a San Siro

Franco Ordine ha fatto la sua disamina della partita tra Milan e Slavia Praga a San Siro in campo e fuori dal terreno di gioco. Il giornalista ha sottolineato due aspetti emersi dalla serata di ieri: le parole dell’A.D. del Milan sul futuro societario smentendo le voci su possibili ingressi di fondi arabi come nuovi soci del Club e la partita molto brutta dei rossoneri, che non hanno approfittato dell’uomo in più per chiudere la contesa già all’andata.

La certezza di Rafael Leao

Nel suo articolo su Il Giornale ha tratto le somme della partita evidenziando i fischi di San Siro come giudizio complessivo della prova del Milan con lo Slavia Praga. Secondo il giornalista, l’unica certezza della partita è stata la stella luminosa di Rafael Leao che può far sognare il Milan in vista dei prossimi impegni in Europa League e non solo.

Ultime news

Notizie correlate