Conte e lo scivolone fatale: Milan, le trasferte italiane dello Slavia Praga

I più letti

Giacomo Todisco
Nato a Milano nel 1998, muove i primi passi nel mondo del giornalismo all' età di 20 anni. Con esperienza in campo sportivo in generale, sfrutta la sua passione per informarsi su gran parte del panorama calcistico. Appassionato di Premier League e Liga spagnola. Tifoso del Milan da sempre.

Una storia tutta italiana: prima del Milan, lo Slavia Praga ha già avuto diversi precedenti nello Stivale

Per la prima volta nella loro storia, Milan e Slavia Praga si affrontano in un doppio scontro europeo valevole per gli ottavi di finali della UEFA Europa League 2023/2024.

Milan agli ottavi di Europa League: percorso 2023/2024 e storia

Il percorso dei rossoneri in Europa in questa stagione lo conosciamo bene: retrocesso in Europa League dopo essere arrivato terzo ai gironi di Champions League con Newcastle, Dortmund e PSG, i rossoneri hanno eliminato ai playoff il Rennes pur subendo una sconfitta per 3-2 sul campo dei francesi.

Slavia Praga agli ottavi di Europa League: percorso 2023/2024 e storia

Lo Slavia Praga l’Europa League se l’è conquistata con il secondo posto in campionato nella scorsa stagione, la vittoria nella coppa nazionale e i due spareggi superati in estate contro il Dnipro (3-0 e 1-1 i parziali) e contro lo Zorya Luhansk, altra squadra ucraina (2-0 e sconfitta 2-1 in trasferta con il gol decisivo di Jurasek a pochi minuti dalla fine).
Nel girone G del main draw di Europa League, a sorpresa lo Slavia Praga ha chiuso al primo posto davanti alla Roma di José Mourinho, agli svizzeri del Servette e allo Sheriff. Percorso quasi netto per i cechi, che hanno vinto tutte le partite tranne quella in casa dei giallorossi (2-0 per la Roma), partita che analizzeremo meglio dopo per provare a capire come gioca la squadra di mister Trpisovsky. Il tabellino finale del girone segnava 15 punti, 17 gol fatti e 4 subiti (seconda miglior difesa dietro al Leverkusen, che ne ha subiti solo 3).

Primo confronto? Slavia con le italiane

Anche se Slavia Praga e Milan non hanno mai giocato contro nella loro storia, non è la prima volta che i cechi affrontano una squadra italiana in Europa, né la prima che vengono a giocare a San Siro. Nell’edizione 2019/2029 dei gironi, lo Slavia ha affrontato l’Inter di Antonio Conte nel girone F, riuscendo a fermarla sull’1-1 a San Siro: al gol di Olayinka rispose la rete all’ultimo respiro di Barella. In Repubblica Ceca finì invece 1-3 per i nerazzurri: anche in quel caso, fino al minuto 81 la partita era in parità e solo uno scivolone del difensore di casa consegnò la vittoria all’Inter. In panchina c’era lo stesso allenatore: Jindrich Trpisovsky.

In Europa League, oltre alla Roma, lo Slavia ha affrontato il Genoa di Gian Piero Gasperini nel girone B dell’edizione 2009/2010 (un pareggio e una sconfitta al Ferraris); la Fiorentina nelle qualificazioni all’edizione 2008/2009 della Champions League (0-0 a Praga, 2-0 a Firenze con gol dell’ex rossonero Gilardino); di nuovo la Roma ai quarti di Coppa UEFA 95/96 (sconfitta); l’Udinese agli ottavi dell’edizione 1999/2000 (vittoria); il Palermo nel turno intermedio dell’edizione 2005/2006 (vittoria) e il Bologna nel secondo turno dell’edizione 1998/1999.

Ultime news

Notizie correlate