Mercato Milan, Red Bird ha deciso: è Sesko il nove del futuro

I più letti

Andrea Roderi
Studente universitario, appassionato di radio, podcast e Milan. Aspirante giornalista professionista.

L’attaccante del 2003 Sesko è il prescelto da Red Bird per vestire la maglia numero 9 del Milan del futuro. Tutto è perfetto, tranne il prezzo.

L’estate 2024 potrebbe essere finalmente quella della nuova punta centrale del Milan. Tra tutti, il nome di Benjamin Sesko, vertice offensivo del Red Bull Lipsia, sembra scaldare particolarmente la dirigenza di via Aldo Rossi. Non si tratta però dell’unico nome in orbita Milan: dall’evergreen Jonathan David, all’eventuale parametro zero (forse caduto in orbita Inter) Mehdi Taremi, passando per qualche suggestione in Italia. La lista per il nuovo posto da numero 9 è piuttosto lunga, ma il Milan può attendere con calma: tra Giroud, Okafor, Jovic e il rientrante Colombo, il ruolo appare piuttosto affollato.

MILAN, MAGUIRE AI MARGINI: OCCASIONE DI MERCATO?

Chi è Sesko e perché interessa al Milan

Partiamo dalla seconda domanda, la cui risposta – va detto – è piuttosto semplice. Benjamin Sesko interessa al Milan perché rappresenta alla perfezione la tipologia di giocatore ricercata da Red Bird. Abbiamo imparato a conoscere la strategia di mercato dei proprietari rossoneri durante la passata sessione di calciomercato: il Milan ricerca giocatori giovani, dal sicuro potenziale, già pronti a giocare ad altissimi livelli e, possibilmente, in grado di essere acquistati a un prezzo d’occasione. Sesko ha vent’anni, gioca in una delle società meglio specializzate nella crescita dei giovani talenti – il Red Bull Lipsia – e ha una discreta esperienza in ambito nazionale e internazionale, avendo già disputato diverse gare (con profitto) in Bundesliga e Champions League. Fino a questo momento, in stagione ha collezionato sei presenze nella massima serie tedesca, due in Champions e una in Coppa. Totale reti: 5 (di cui una proprio in Europa). La problematica principale, però, è il prezzo: appena trasferitosi dal Salisburgo al Lipsia per 24 milioni di euro, Sesko ha un contratto in essere fino al 2028 e un valore già alzatosi a circa 30 milioni. Per strapparlo ai tedeschi e all’agguerrita concorrenza servirà staccare un assegno più che sostanzioso, Cardinale è avvisato. Non è detto però che, di fronte alla possibilità di portarsi a casa il numero 9 del futuro, Red Bird non decida di esporsi maggiormente dal punto di vista economico.

CALCIOMERCATO MILAN – TRIS DI NOMI PER L’ATTACCO, MA IL SOGNO E’ UNO SOLO

La strategia del Milan in attacco

Come dicevamo, la situazione in attacco del Milan è tutt’altro che semplice. Il gran numero di attaccanti presenti in rosa obbligherà la dirigenza a una serie di scelte piuttosto complicate, Sesko o non Sesko. Innanzitutto, il rinnovo di Giroud, da ratificare qualora il francese mantenesse il ritmo attuale e decidesse di rimanere in rosa per un altro anno, magari per fare da chioccia alla punta del futuro. In secondo luogo, Jovic: il serbo ha un anno per convincere Pioli di essere rinato, magari tornato ai livelli di Francoforte. Qualora ciò avvenisse, il Milan sarebbe più che felice di confermarlo in organico, visto anche il nullo costo dell’operazione. Poi, Colombo: il giovane centravanti in prestito al Monza tornerà all’ovile a fine stagione, per lui le strade si dovrebbero ridurre a due, permanenza o cessione. Infine, il marasma di nomi accostati ai rossoneri in questi giorni: Taremi e David su tutti, costi diversi ma simile blasone internazionale. Al primo posto però, nella lista di Cardinale, c’è Sesko: il giovane attaccante sloveno mette davvero d’accordo tutti.

TONALI, CHE DISASTRO! SI VA VERSO UNA MAXI SQUALIFICA

SCORRI PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

sesko milan

Ultime news

Notizie correlate