Il Milan rinnova Nava fino al 2027: nasce la seconda squadra?

I più letti

Davide Giovanzana
Nato in provincia nel 1997, Laureato in scienze della comunicazione. Ho studiato e lavorato con un solo obiettivo nella testa, rendere una passione il mio lavoro: raccontare il Milan alla gente del Milan. Ho un debole per le storie difficili e per gli underdog in tutti gli sport

Il Milan va sempre più verso il progetto seconda squadra: il rinnovo di Lapo Nava è da leggere in questo senso?

Il Milan è sempre più intenzionato a costruire una seconda squadra, e la notizia arrivata nella mattinata di oggi lo dimostra. Il tema seconda squadra è ormai discusso da diversi mesi in casa rossonera: dopo Juventus e Atalanta, il club di via Aldo Rossi potrebbe essere il prossimo “big” a dare vita ad una squadra che probabilmente nascerebbe come una sorta di U23. Il rinnovo del contratto di Lapo Nava, arrivato nella mattinata di oggi, va proprio in questo senso: il Milan va sempre più verso la seconda squadra. Ma quanto costa iscriverne una al campionato di Serie C? Ed è possibile farlo anche se ci sono già le altre due?

Rinnovo e motivo

A dare la notizia ai tifosi rossoneri è stato Matteo Moretto, esperto di calciomercato della redazione spagnola di Relevo, con un Tweet pubblicato sul suo profilo X qualche minuto fa. Di seguito, le parole del giornalista:

“Lapo Nava rinnoverà con il Milan fino al 2027. Accordo raggiunto. Il piano del club rossonero è inserirlo nel progetto della seconda squadra”.

Non c’è spazio per interpretazioni: il Milan ha la seria intenzione di cominciare a costruire una seconda squadra, motivo per il quale il portiere figlio d’arte Lapo Nava, che non ha ancora avuto spazio in prima squadra nonostante si alleni con i “grandi” da diversi mesi, è stato rinnovato fino al termine della stagione calcistica 2026/2027.

NAVA E LA “QUASI TITOLARITA'”: CLAMOROSO RETROSCENA DOPO MILAN-FIORENTINA

Il Milan e la seconda squadra: dove e come verrebbe iscritta?

La notizia rimbalza sui vari organi di comunicazione del paese da ormai settimane: il Milan avrebbe deciso, come Atalanta e Juventus, di dare vita ad una seconda squadra da iscrivere nei campionati minori. L’obiettivo è quello ovviamente di dare spazio ai propri giovani di crescere in un campionato di livello più agonisticamente alto rispetto a quello del Campionato Primavera 1, sviluppando il calciatore in casa ed evitando il classico giro di prestiti tra A e B. Oltre al Milan, ha spiegato Tuttosport qualche settimana fa, le società interessate ad un progetto seconda squadra sarebbero al momento Monza, Torino e Sassuolo. Poche, motivo per il quale il dialogo con la Lega Pro non risulterebbe poi così difficile: l’ipotesi è quindi per il Milan quella di un’iscrizione diretta al campionato di Serie C, sempre ovviamente in caso di vacanza di organico nella prossima stagione (posto libero).

Con un comunicato emanato nel giugno 2023, in riferimento alla stagione 2023/2024, la FIGC ha di fatto stabilito che in caso di posti vacanti in Serie C, la priorità spetterebbe alle seconde squadre dei club di Serie A secondo questo criterio:

  • una seconda squadra di A;
  • una partecipante al campionato serie D;
  • una compagine retrocessa dal campionato di serie C nella stagione 2022-23.

Va da sé che nel caso ci fossero nella prossima stagione due società di A interessate ad iscrivere la seconda squadra, dovrebbero esservi almeno 4 squadre aventi diritto alla partecipazione al campionato di Serie C impossibilitate ad iscriversi, visto che vanno considerate Atalanta e Juventus.

Quanto costerebbe?

La FIGC ha imposto inoltre delle disposizioni chiare per la stagione in corso (2023/2024), dalle quali è possibile ipotizzare il costo del progetto per il club di via Aldo Rossi:

Le società di Serie A, per integrare l’organico del Campionato di Serie C 2023/2024 con le loro Seconde squadre, dovranno versare un contributo straordinario alla Lega Italiana Calcio Professionistico di euro 720.000. Questo importo dovrà essere eventualmente integrato in ragione del numero complessivo delle Seconde Squadre ammesse a partecipare al Campionato di Serie C nella stagione sportiva 2023/2024:

  • nel caso di una sola Seconda Squadra eventualmente ammessa, con il versamento dell’ulteriore importo euro 480.000;

  • nel caso di due Seconde Squadre eventualmente ammesse, con il versamento dell’ulteriore importo euro 240.000;

  • nel caso di tre Seconde Squadre eventualmente ammesse, con il versamento dell’ulteriore importo euro 120.000;

  • nel caso di quattro o più Seconde Squadre eventualmente ammesse, non sarà dovuto alcun importo integrativo.

MILAN, SECONDA SQUADRA IN C CON FRANCESCO CAMARDA?

Ipotizzando che Atalanta U23 e Juventus Nex Gen dovessero restare in Serie C anche nella prossima stagione e che il Milan sia l’unico club ad iscrivere la seconda squadra al campionato nella stagione 2024/2025, l’investimento costerebbe alle classe del club 1,2 milioni di euro, che diventerebbero circa 1,5 nel caso le seconde squadre dovessero essere quattro.

Dove può arrivare la seconda squadra del Milan?

Le regole della FIGC sono chiare anche da questo punto di vista: fino a dove può spingersi la seconda squadra di un club? Con la stessa nota ufficiale del giugno 2023, la Federcalcio Italiana ha comunicato che, per la stagione 2023/2024:

La seconda squadra (per ipotesi dell’Atalanta, ndr) potrà al termine del Campionato Serie C 2023/2024 essere promossa al Campionato di Serie B, ma non potrà mai partecipare al medesimo Campionato della prima squadra, né ad un Campionato superiore. Qualora al termine del Campionato di competenza, si verifichi un’ipotesi di compresenza della prima e della seconda squadra nella medesima categoria, la seconda squadra dovrà partecipare al campionato professionistico della categoria inferiore. In caso di retrocessione della Seconda squadra al Campionato Nazionale di Serie D, la stessa non potrà iscriversi al Campionato Dilettantistico e potrà chiedere di essere ammessa al Campionato di Serie C 2024/2025 soltanto in caso di vacanza di organico nel medesimo Campionato, secondo le procedure che verranno all’uopo fissate.

MILAN, INCOGNITA GIRONE SECONDA SQUADRA: LONTANA DA ATALANTA E JUVENTUS?

SCORRI PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

Ultime news

Notizie correlate