Milan-Salernitana, il club prepara una sorpresa d’addio… senza “Pioli’s On Fire”

I più letti

Davide Giovanzana
Nato in provincia nel 1997, Laureato in scienze della comunicazione. Ho studiato e lavorato con un solo obiettivo nella testa, rendere una passione il mio lavoro: raccontare il Milan alla gente del Milan. Ho un debole per le storie difficili e per gli underdog in tutti gli sport

Il Milan sta preparando una sorpresa per l’addio di Stefano Pioli contro la Salernitana: il tormentone “Pioli’s On Fire”, però, non ci sarà

Mancano poche ore ormai all’ultima partita della stagione 2023/2024 del Milan, in programma a San Siro contro la Salernitana sabato sera alle ore 20:45. Oltre ad essere l’ultima partita dell’anno calcistico per i rossoneri, sarà come ampiamente documentato negli ultimi giorni l’ultima partita di Olivier Giroud, di Simon Kjaer ma soprattutto dell’allenatore del Milan, Stefano Pioli. Per salutare il suo allenatore, scrive la Gazzetta dello Sport nella sua edizione di oggi, il Milan sta preparando qualcosa di speciale per la sfida contro la Salernitana.

Niente “Pioli’s on Fire”

Secondo quanto riportato dal quotidiano, “il Milan vuole che l’addio di Pioli sia una festa e sta preparando una sorpresa“. Anche se non vengono rivelati dettagli sulle modalità, una cosa per Gazzetta è sicura. Il tormentone che ha accompagnato il 2020/2021 e soprattutto il 2021/2022 di Stefano Pioli, la canzone Freed From Desire di Gala trasformata in “Pioli’s On Firenon farà parte della playlist di San Siro prima di Milan-Salernitana. La scelta di toglierlo dalla scaletta delle canzoni che suonano dalle casse dello stadio nel prepartita, ricorda il quotidiano, “era stata dell’allenatore, all’inizio del novembre scorso, con una motivazione chiara: il Milan non doveva vivere di ricordi ma conquistarne di nuovi“.

Anche la Curva Sud Milano, dopo le proteste silenziose ma rumorose contro Genoa e Salernitana, tornerà a cantare nel secondo tempo di Milan-Salernitana: l’obiettivo è quello di dare a Kjaer, Giroud e lo stesso Stefano Pioli un addio come si deve. Ma non solo, perché il messaggio della Curva è stato chiaro ed è ancora di protesta: “Vedranno tutti ancora una volta cosa possono perdersi… per il bene del Milan.

Ultime news

Notizie correlate