Post Milan-Salernitana tra applausi e… fischi: il saluto dolceamaro di San Siro

I più letti

Giacomo Todisco
Nato a Milano nel 1998, muove i primi passi nel mondo del giornalismo all' età di 20 anni. Con esperienza in campo sportivo in generale, sfrutta la sua passione per informarsi su gran parte del panorama calcistico. Appassionato di Premier League e Liga spagnola. Tifoso del Milan da sempre.

Il pubblico di San Siro saluta la stagione 2023/2024 con Milan-Salernitana e con un post partita intenso: non solo la “festa degli addii”, ma anche qualche fischio

Con il match casalingo contro la Salernitana si pone fine a un’annata che la maggior parte dei tifosi del Milan ha ritenuto insufficiente per quanto raccolto sul campo. Un secondo posto in Serie A, i quarti di Europa League, i gironi di Champions, i quarti di Coppa Italia e nessun trofeo. Nonostante il ritrovato coinvolgimento della Curva Sud in occasione della gara di ieri sera, lo sciopero è continuato a manifestarsi chiaramente.

Cos’è accaduto

Nel corso dei primi 45′ la parte calda del tifo è rimasta in silenzio come contro Genoa e Cagliari, ribadendo la propria posizione con più striscioni: “Come ripartiremo dipende solo da voi”, Non esiste stagione positiva senza vittorie”. Il segnale è chiaro ed è per proprietà e dirigenza: l’ambizione deve essere la stella polare.

Al termine della partita, infatti, è parso evidente che il pubblico milanista abbia individuato in Geoffrey Moncada, Zlatan Ibrahimovic, Paolo Scaroni e Giorgio Furlani i principali “destinatari” di un messaggio che vuole arrivi particolarmente forte. Entrati in campo per il saluto ai tre partenti Giroud, Kjaer e Pioli, sono stati accolti da sonori fischi. Successivamente, la scena si è ripetuta anche quando il loro volto (specie quelli di AD e Presidente) compariva sul maxi-schermo dello stadio.

Ultime news

Notizie correlate