Milan-Roma, Nela in ESCLUSIVA: “C’è una cosa in comune tra le due! I tifosi…”

I più letti

Abbiamo intervistato Sebastiano “Sebino” Nela, commentatore sportivo ed ex difensore della Roma, che ci ha raccontato come i giallorossi stanno preparando il big match di San Siro contro il Milan

Il Milan si deve risollevare dalla cocente delusione dovuta all’eliminazione dalla Coppa Italia per mano dell’Atalanta: il prossimo impegno di campionato non è dei più semplici, infatti i ragazzi di mister Pioli dovranno vedersela con la Roma di Mourinho. Abbiamo chiesto a Sebastiano (Sebino) Nela, commentatore sportivo ed ex terzino destro della Roma scudettata del 1982/83, come si stanno preparando i giallorossi per la trasferta contro i rossoneri.

Il momento giallorosso prima di Milan-Roma

Come sta la squadra, come sta preparando questa importante trasferta a San Siro? “Certamente è una partita molto importante, la Roma non è distante dal quarto posto quindi c’è ancora la possibilità di poter fare bene e chiudere bene questa stagione. La trasferta è ovviamente molto insidiosa, viene da un derby perso quindi è indubbio che qualche problema la Roma lo abbia, è un po’ come il Milan da inizio stagione, sempre in emergenza infortuni; detto questo, la partita è bella e vale anche molto, il momento è particolare per tutte e due le squadre, non so il Milan in che stato si ritrova con i suoi tifosi, da parte giallorossa il pubblico è sempre molto legato all’allenatore Mourinho e lo continua a seguire con grande passione, nonostante qualche risultato”.

MILAN-ROMA, MOURINHO: “NON SONO IL BENVENUTO! FARANNO ALL-IN…”

Il giocatore o i giocatori più in forma? “Non è facile trovare un giocatore in forma, quello che sta facendo meglio di tutti è sicuramente Cristante, poi Bove e lo stesso Mancini; poi sai forma o non forma la pericolosità di Lukaku là davanti deve essere sempre tenuta in considerazione e capire se per questa sfida ci sarà Dybala che è l’unico che può fare la differenza con il suo talento tecnico”.

Quale giocatore prenderebbe da un’altra squadra? Qual è quel giocatore, quel profilo che le fa dire “io questo lo vedrei nella Roma”? “Uno non cambia niente, se ne potessero prendere 5 o 6 sarebbe meglio, la Roma ha bisogno di “quinti”, questi esterni che spingono molto, forse in questo momento non c’è moltissima qualità. Penso a Dimarco e Dumfries dell’Inter che sono molto bravi e d’altronde Lukaku ha bisogno di essere assistito in area di rigore, quindi ci vuole un po’ di precisione nei cross e nelle palle che arrivano dalle fasce laterali. So che sto parlando dei vostri “cugini” però sono questi i giocatori che potrebbero servire alla Roma in questo momento”. 

I punti deboli e di forza dei rossoneri

Parlando di Milan, cosa si aspetta dai rossoneri dopo l’eliminazione dalla Coppa Italia? Non saprei, è un momento delicato, particolare, aveva iniziato benissimo questo campionato e comunque non dimentichiamo che un anno e mezzo fa questa squadra ha vinto il campionato. Questo Milan mi sembra un po’ troppo dipendente da un paio di giocatori: rimane il valore della squadra, dei singoli, ma più di una volta ci hanno un po’ deluso o stanno un po’ deludendo; bisogna fare attenzione a Leao, a Theo, a più di un giocatore, poi si sa le partite cambiano per cui puoi essere forte finchè vuoi ma basta un gol per destabilizzare tutto e tutti, quindi sotto questo aspetto non lo conosco, conosco abbastanza bene Pioli che ritengo un allenatore molto preparato. Detto questo, le difficoltà vengono soprattutto da Leao e Giroud in area di rigore”.

MILAN-ROMA, PIOLI: “MANCA UN DIFENSORE, MOURINHO TOP, NON CASUALE”

Proprio collegandomi a queste sue ultime parole, cosa o quale giocatore del Milan la spaventa maggiormente? Lo stesso Pulisic che se lo trovi “in giornata” ti può mettere in difficoltà. Vista anche la situazione della Roma, mi preoccuperei soprattutto delle fasce laterali, quindi Leao da una parte e Pulisic dall’altra che potrebbero mettere in seria difficoltà la difesa della Roma”.

Per concludere una domanda un po’ “ostica”: chi avrà la meglio in questo scontro diretto tra le due squadre appena eliminate dalla Coppa Italia? “Se avessi questa capacità sarei sempre in una sala scommesse ma io non gioco quindi non mi è possibile dare un pronostico esatto. I pronostici sono fatti per essere sbagliati, bisognerà giocare bene con testa e sarà una gara non scontata, bisognerà lavorare bene in entrambe le fasi e commettere meno errori possibili. Io credo che le due difese avranno un compito veramente gravoso, devono fare una grande partita tutte e due, il minimo errore potrebbe essere quello decisivo per poter perdere una gara. Con la vecchia schedina si sarebbe pronosticato un 1X, ma dare una vincitrice sicura non me la sento, la partita sotto questo aspetto la ritengo più o meno equilibrata“.

MILAN-ROMA, DI STEFANO ANTICIPA: “SIMIC FUORI! DAVANTI 3 IN LINEA, IN MEZZO NOVITA'”

SCORRI IN BASSO PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

Ultime news

Notizie correlate