Milan-Roma, disaccordo tra opinionisti: “La colpa non è di Pioli”, “Tardivo nel reagire”

I più letti

Giacomo Mirandola
Residente in un paesino in provincia di Novara, nasce a Gallarate il 21 dicembre 1998, poche ore dopo Kylian Mbappé, con cui condivide la passione ma non il talento. Diplomato al liceo scientifico e laureato in Scienze della Comunicazione, la sua vita, alla costante ricerca di emozioni, lo ha portato a conoscere e ad appassionarsi a quasi tutti gli sport praticati sul pianeta. Giornalista, speaker e audiodescrittore all'occorrenza, fa questo lavoro per esigenza, non per scelta. Un solo obiettivo: trasmettere agli altri anche solo un parte delle emozioni che lo sport gli sa regalare ogni giorno.

Ritorna il tema legato all’Europa League: di chi è stata la colpa in Milan-Roma? Di Pioli o dei calciatori? E si guarda al ritorno

C’è disaccordo negli studi di Sky Sport. Gli opinionisti e giornalisti Paolo Assogna, Luca Marchetti e Riccardo Gentile si sono confrontati sulla sfida di Europa League tra Milan e Roma, che lo scorso giovedì ha sorriso ai giallorossi. La discussione è girata attorno a una questione su tutte: nella gara di andata le colpe sono tutte di Stefano Pioli?

La discussione

A esordire è Paolo Assogna: “Il Milan veniva da grandi vittorie e grandi prestazioni, quindi Pioli le mosse le aveva indovinate, poi è arrivata la partita di giovedì. Io credo più che altro che il tecnico debba aspettarsi di più dai suoi migliori giocatori. Milan e Roma si conoscono bene, poi ogni tanto può esserci una mossa tattica che spariglia un po’ le carte. Dovrà essere bravo ad entrare nella testa di quei giocatori che troppo spesso peccano in continuità.”

Anche Luca Marchetti concorda con il collega: “Se De Rossi ripropone la mossa di El Shaarawy adesso il Milan sa come comportarsi, sia che la faccia sia che preferisca altro. È normale doversi adattare alle novità, all’interno della gara si cambia spesso il canovaccio tattico e ci si deve adeguare. Il Milan è sempre stato pronto, la sorpresa puoi averla nei primi 10′, ma non è la prima volta che un’ala offensiva avversaria dà fastidio in fase di non possesso alla fascia sinistra del Milan. Se poi la stessa fascia sinistra non funziona la colpa non è di Pioli”

Riccardo Gentile, invece, è di altro avviso e vede ben chiare le responsabilità di Pioli: “Nella gara di andata la strategia di De Rossi è stata vincente su quella che aveva originariamente pensato Pioli che è probabilmente stato tardivo nel reagire e anche nel fare i cambi. Però si tolgono i meriti alla Roma, che ne ha molti.”

Ultime news

Notizie correlate