Milan-Roma, Garlando: “Calciatori primi colpevoli, irriconoscibili”

I più letti

Un parere diverso dopo Milan-Roma, focus sui calciatori piuttosto che sull’allenatore: irriconoscibili, solo un paio di eccezioni

Il giorno successivo è quello dei giudizi: dopo Milan-Roma molti riguardano Stefano Pioli, le sue scelte e la gestione della gara. Nell’edizione odierna della Gazzetta dello Sport si legge però un punto di vista diverso nello spunto di Luigi Garlando. Milan in confusione e conseguente vittoria strameritata per la Roma di De Rossi, addirittura sproporzionata per la superiorità mostrata in campo. Il tecnico giallorosso ha bloccato alla grande la pericolosa catena sinistra del Diavolo formata da Theo Hernandez e Rafael Leao, grazie alla mossa El Shaarawy. Il laterale ex Milan gioca a sorpresa largo a destra, in una sorta di 4-4-2 con Dybala come seconda punta. Stefano Pioli, al centro delle critiche, non ha saputo adottare le contromisure necessarie, ma il giornalista non accusa l’allenatore rossonero.

Calciatori colpevoli, Leao più di tutti: si salvano solo Reijnders e Chukwueze

Garlando non usa mezze misure: “I primi colpevoli sono i calciatori, irriconoscibili”. Si salvano Reijnders e il nigeriano Chukwueze, nonostante il suo ingresso tardivo. Poche eccezioni, Milan sconfitto sia sotto l’aspetto tecnico-tattico, sia sotto quello atletico. Non bastano un paio di scelte arbitrali discutibili e l’occasione capitata sul destro di Giroud a due minuti dal termine per mascherare la prestazione opaca dei rossoneri. Leao è l’emblema: peggiore in campo e sostituito anzitempo tra i fischi di San Siro. Il minimo scarto firmato Mancini lascia ancora aperta la pratica qualificazione, servirà una prova completamente diversa all’Olimpico per raggiungere le semifinali. Da sottolineare che il Milan ha perso le ultime tre gare in Europa giocate contro squadre italiane: prima della recente sconfitta con i giallorossi, era già successo la stagione scorsa nelle semifinali di Champions League contro l’Inter. Ecco che il ritorno del 22 aprile contro la Roma inizia ad assumere i contorni di un’impresa.

Ultime news

Notizie correlate