Milan-Roma, Pellegatti: “Così siamo tra le più forti d’Europa” Zero dubbi di formazione (ESCLUSIVA)

I più letti

Piero Mantegazza
Nato in provincia di Como nel 2000, laureato in Economia dei beni culturali e dello spettacolo. Ho mosso i primi passi nel giornalismo a “La Provincia di Como” per poi passare a Radio Rossonera. Raccontare lo sport è la mia passione: calcio e tennis non devono mai mancare. Fin da bambino il focus è il Milan, che è come una seconda famiglia. Innamorato delle bandiere e delle loro ineguagliabili storie, ormai sempre più in via d’estinzione

Carlo Pellegatti si augura una cosa sola verso Milan-Roma, poi svela le scelte di formazione di Pioli

Siamo nella settimana di Milan Roma, giovedì andrà in scena l’andata dei quarti di Europa League: Carlo Pellegatti è fiducioso ai nostri microfoni e ha pochi dubbi sulla formazione. La storica voce rossonera racconta l’emozione di un derby di coppa e non si sbilancia sull’esito (come invece ha fatto Arrigo Sacchi). Verso Milan-Roma ci sono poche incertezze sulla formazione: ecco l’11 di Pellegatti.

Tensione ed emozioni di un derby

Verso Milan-Roma: “A livello mentale le due squadre si equivalgono, la Roma ha vinto il derby e sta bene. Il Milan ha tanti punti in più in classifica ma mi aspetto una partita equilibrata. Ci auguriamo che il Milan confermi quanto ha prodotto ultimamente. Milan-Roma sarà molto simile alla sfida con il Napoli dell’anno scorso. Sarà un derby, c’è tanta tensione e la sto avvertendo anche io. Per me e per i tifosi del Milan non cambia che sia un quarto di finale di Europa League o di Champions League, la tensione e l’emozione è importante”.

Milan favorito? “Siamo ai quarti, ci sarà equilibrio. La Roma per superarci deve disputare una grandissima partita, poi l’episodio può cambiare tutto. Quando giochi la prima in casa e il gol in trasferta non vale doppio respiri un po’ di più. L’importante è che il Milan giochi come le ultime partite, quando gioca con fiducia e autostima è una delle squadre più forti d’Europa”.

Non ci sarà Tomori, la formazione: “Io non ho molti dubbi sulla formazione: Maignan, Calabria, Kjaer, Gabbia, Theo Hernandez, Reijnders, Bennacer, Loftus-Cheek, Leao, Pulisic, Giroud. Gli 11 oggi sono questi”.

Ultime news

Notizie correlate