Milan-Roma, De Rossi: “Noi tutto da perdere, qui non per fare le comparse”

I più letti

Andrea Rabbi
Nato sul Lago di Garda alla fine del 1998, laureato in Editoria e Giornalismo. Ho da sempre coltivato il sogno che il calcio entrasse a far parte stabilmente della mia vita professionale, e poter iniziare questo percorso scrivendo della mia squadra del cuore è sicuramente motivo di grande orgoglio. Cresciuto accompagnato dalle gesta del grande Kakà, vago da tempo alla ricerca di un degno erede in maglia rossonera

Intervenuto nella consueta conferenza stampa prepartita, Daniele De Rossi ha presentato il match di domani sera tra Milan e Roma

Manca sempre meno all’Euroderby dei quarti di finale di Europa League. Intervenuto nella consueta conferenza stampa prepartita, Daniele De Rossi ha presentato il match di domani sera tra Milan e Roma.

Le parole di De Rossi

Volevi tornare a San Siro…
“Era lo stadio che volevo rivisitare di nuovo, mi era dispiaciuto che la Roma avesse già giocato qui. Poi il fato ci ha permesso di tornare qui, per giocare nello stadio che mi trasmette qualcosa di diverso, oltre all’Olimpico e alla Bombonera. Questo stadio trasuda gloria, ci sono stati grandi calciatori, grande calcio. Siamo contenti di essere qui”.

Aiuta giocare in trasferta il ritorno?
“Senza il gol in trasferta la differenza si è assottigliata, ma poi è come il calendario: devi giocare ovunque, sia in casa che in trasferta. Devi solo preparare la partita sapendo che ce ne sono due”.

Come sta Smalling?
“Sta bene, è un giocatore come gli altri. Domani saremo senza Ndicka e Hujisen, quindi dovevo gestirlo e non rischiarlo dall’inizio”.

Come contrastare il Milan?
“Siamo consapevoli della forza del Milan, hanno giocatori che fanno male a chiunque. Bisogna arrivare coi tempi giusti nelle posizioni in cui i giocatori del Milan preferiscono giocare”.

Come gestire i Dybala?
“Non bisogna snaturarli troppo, non rovinargli la condizione atletica facendoli correre dietro agli altri. Ho fatto uno screen prima: Dybala ha fatto 9 duelli nel derby, ha lottato come i leader veri e questo vale tantissimo. Non lo metterò a fare tutta la fascia con uno come Theo, ecco…”

Cosa temi del Milan?
“Qualità dei giocatori e il loro allenatore. Conosco Pioli da tempo: ha portato punti allenando le piccole, la Lazio, poi ha vinto lo Scudetto con una qualità incredibile; si è sempre evoluto, è sempre migliorato. Il Milan gioca, è armonico; al di là dei momenti, il Milan ha ritrovato condizione e quando vince gioca bene, mette in difficoltà tutti quanti”.

Partita alla pari?
“Grazie a Dio la classifica non conta. Ho letto da qualche parte che la Roma non ha nulla da perdere. No: la Roma ha tutto da perdere. Non siamo qui a fare le comparse. Pareggio? Dovremmo essere un po machiavellici per giocare per il pareggio, noi dobbiamo provare a vincere”.

Ha dovuto placare un po’ gli animi?
“Ho detto di rimanere coi piedi per terra, ma non c’è stato bisogno. Ho visto allegria, sorrisi e in campo sono andati forte. Mi basta così”.

 

Ultime news

Notizie correlate