Milan-Rennes, Pioli in conferenza: “Siamo ambiziosi! Ma le favorite sono 3”

I più letti

Davide Giovanzana
Nato in provincia nel 1997, Laureato in scienze della comunicazione. Ho studiato e lavorato con un solo obiettivo nella testa, rendere una passione il mio lavoro: raccontare il Milan alla gente del Milan. Ho un debole per le storie difficili e per gli underdog in tutti gli sport

Obiettivo fissato: Pioli interviene in conferenza stampa prima di Milan-Rennes per presentare il percorso dei rossoneri in Europa League

Durante la conferenza stampa prima dell’esordio stagionale in Europa League, l’allenatore del Milan Stefano Pioli ha settato l’obiettivo per la competizione: vincere, a cominciare dal playoff contro il Rennes di Julien Stephan. Alle tante domande arrivate dai giornalisti nella sala stampa di Milanello, il mister ha risposto con le idee chiare.

Obiettivo settato

Di seguito, l’allenatore del Milan Stefano Pioli presenta il match contro il Rennes valevole per l’andata dei playoff di Europa League.

IL RENNES E L’EUROPA LEAGUE: “Le partite a livello europeo sono sempre difficili. Abbiamo avuto tanto tempo per studiarli, stiamo parlando di una squadra messa bene in campo, veloce, verticale, con tanta qualità. Una squadra da affrontare con grande cura. L’Europa League è una competizione molto importante. La Champions League è ovviamente un gradino sopra. Se guardiamo a chi partecipa non c’è solo il Bayer Leverkusen, c’è anche il Liverpool e altre squadre importanti. Il fatto che il Milan non abbia mai vinto l’Europa League è una motivazione in più, anche se non possiamo guardare così avanti. Noi arriviamo bene, ci arrivano anche loro. La partita di domani è già importante”.

MILAN-RENNES, LE ULTIME SU THIAW E CHUKWUEZE: CHI SARA’ DEL MATCH?

SI PUO’ VINCERE LA COMPETIZIONE?: “Di quella sera a Newcastle rimane sicuramente la delusione di essere usciti dalla Champions. Ma poi dopo non potevamo non avere un obiettivo, dovevamo mettere tutte le nostre motivazioni su questa competizioni. Veniamo da quattro anni dove all’inizio molti di noi erano debuttanti in Europa. Adesso invece il percorso lo abbiamo fatto. Nelle competizioni europee devi essere al top in quella serata lì. Il campionato lo fa bene o lo vince chi è il più continuo, in Europa in quella partita lì devi essere performante al massimo ed è quello che vogliamo cercare di fare domani sera. Questo playoff è importantissimo: vogliamo avere ambizioni, vogliamo arrivare in fondo. Siamo molto concentrati e credo che l’abbiamo preparata con la giusta attenzione. Mi sono fatto un’idea, ce la siamo fatta tutti, abbiamo parlato con Matteo che ci ha giocato contro. Ma solo dopo averli affrontati sul campo ti potrò dire il livello. Una buonissima squadra sicuramente sì, il campionato francese è diverso da quello italiano, molto veloce e con molta tecnica. È un avversario da affrontare con molta attenzione. Noi favoriti? Dico che prima di mettere il Milan passiamo questo turno, poi ti dirò dove potremmo essere noi. Bayer Leverkusen, Liverpool ed Atalanta sono le squadre favorite”.

Verso Milan-Rennes, Pioli tra attacco e difesa

IL FINALE PER IL FILM DEL MILAN DI STEFANO PIOLI: “I film vanno spesso giudicati in base alla qualità del secondo tempo, mi auguro che la qualità del nostro tempo sia di alto livello per far sì che possa diventare una stagione molto positiva”.

MILAN-RENNES, ARBITRO AL DOPPIO ESORDIO! CHI È E LA CARRIERA INIZIATA TARDI

ABBONDANZA IN ATTACCO: “Sicuramente è difficile scegliere, stanno facendo benissimo tutti. Partiamo con 3 giocatori, ora è tornato anche Chukwueze che domani non sarà convocato ma spero possa essere disponibile per la partita di Monza. È difficile ma allo stesso tempo è più facile perché posso permettermi di sbagliare qualcosa: in panchina ho giocatori che possono cambiare la partita. Ora torniamo a giocare tanto, spero che giocheremo tanto, da qua alla fine e quindi tutti saranno impegnati. Solamente in queste 5 partite in 15 giorni viene difficile pensare che in molti possano fare tutti i 90 minuti”.

CAMBIA IL MODO DI DIFENDERE: “Ci siamo confrontati su come affrontare ogni singola partita e soprattutto nel decidere a che altezza possiamo portare una certa pressione, quando la vogliamo portare e come. Su questo ci confrontiamo tanto, ho una squadra molto responsabile che conosce i concetti della nostra fase difensiva. Di partita in partita decidiamo insieme come svilupparla”.

SCORRI IN BASSO PER ALTRE
NEWS MILAN E NOTIZIE MILAN

Ultime news

Notizie correlate